Cerca in Tutto Donna

giovedì 15 dicembre 2011

Donne: l'educazione sessuale non ha età

ScegliTu è il portale che ha fatto di una corretta informazione sulla sessualità e su tutto ciò che riguarda il benessere e la sfera dell'intimità femminile la propria missione educativa. Non a caso, attraverso il sito, la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia promuove il suo programma di informazione sulla scelta della contraccezione rivolto a tutte le donne, in particolare alle giovani e giovanissime. Navigando nell'area dedicata ai vari metodi di contraccezione attualmente disponibili, l'utente può subito trovare tutte le informazioni e le spiegazioni che desidera ad esempio su: pillola anticoncezionale, profilattico, anello vaginale, spirale, diaframma, pillola del giorno dopo, metodi contraccettivi naturali.
Ma le sezioni e la consulenza del sito non si esauriscono con il tema della contraccezione, vi sono anche tantissimi articoli di approfondimento, video, opuscoli e quant'altro che trattano argomenti di fondamentale importanza quali sesso e salute, sesso e psicologia, benessere, intimità di coppia e luoghi comuni sul sesso da sfatare. Attraverso ScegliTu si apprende, ad esempio, in modo facile e chiaro come funziona e quali possono essere i disturbi dell'apparato genitale femminile, quali sono le principali malattie a trasmissione sessuale , le problematiche della menopausa, perché il fumo fa male e molto altro ancora.
Per tutte le donne e giovanissime che vogliono dunque vivere la propria sessualità senza spiacevoli sorprese, nella maniera più consapevole e sicura nelle varie fasi della vita e dell'amore, c'è da oggi un alleato in più che offre comodamente online validi servizi di orientamento e un'informazione completa, curata da esperti di educazione sessuale e medici ginecologi.

domenica 11 dicembre 2011

Salute e sicurezza: FDA e Agenzia Europea per i Medicinali forniscono nuove raccomandazioni sulla sicurezza del medicinale anticoagulante Pradaxa (dabigatran etexilato).

Salute e sicurezza: la FDA e l'Agenzia Europea per i Medicinali forniscono nuove raccomandazioni sulla sicurezza del medicinale anticoagulante Pradaxa (dabigatran etexilato).

Il farmaco Pradaxa è un medicinale che contiene il principio attivo dabigatran etexilato. Esso blocca l'azione di una sostanza presente nell'organismo coinvolta nella formazione dei coaguli del sangue.

Pradaxa è stato autorizzato dal marzo 2008 è utilizzato per la prevenzione primaria di episodi  tromboembolici  per la prevenzione e la formazione di coaguli del sangue nelle vene a seguito di interventi di chirurgia per sostituzione del ginocchio o dell'anca o del ginocchio.

Dall'agosto del 2011, è anche autorizzato per la prevenzione di ictus e  embolia sistemica in pazienti adulti con fibrillazione atriale  non valvolare con uno o più fattori di rischio.

Ora però sia la FDA che l'Agenzia Europea per i Medicinali, in seguito a casi di sanguinamento fatali riportati in Giappone, hanno formulato delle nuove raccomandazioni per la valutazione della funzionalità renale dei pazienti che verranno sottoposti al trattamento o che sono già in trattamento con Pradaxa.

In sintesi: la funzionalità renale deve essere valutata in tutti i pazienti prima di iniziare la terapia con Pradaxa; Pradaxa è controindicato in pazienti con grave insufficienza renale; durante il trattamento deve essere valutata la funzionalità renale in quelle condizioni cliniche che lascino prevedere un declino della funzionalità renale stessa; la funzionalità renale deve essere valutata almeno una volta l'anno nei pazienti di età superiore a 75 anni o in pazienti con insufficienza renale nota.

Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" riferisce  che l'Agenzia Europea per i Medicinali è a conoscenza del recente interesse dei media determinato dai casi di sanguinamento  fatale nei pazienti trattati con Pradaxa. Il rischio di sanguinamento con farmaci anticoagulanti è ben noto. Le informazioni del medicinale Pradaxa, al momento della sua autorizzazione, hanno tenuto conto di tale nozione. Pradaxa è controindicato in una serie di condizioni  che comprendono anche  pazienti con  un  sanguinamento in corso, e pazienti con grave insufficienza renale. Inoltre, nei pazienti anziani dovrebbe essere usato con cautela ed a dosi più basse  come  nei pazienti con insufficienza renale moderata (a seconda delle indicazioni e delle circostanze). L'efficacia di Pradaxa, dimostrata negli  studi clinici, rimane invariata.

Infatti, viene raccomandato ai medici di controllare  la presenza di segni di sanguinamento e di interrompere la terapia nei pazienti che presentano un sanguinamento grave.

Ulteriori raccomandazioni e linee guida, sono state diffuse per garantire la sicurezza dei pazienti, indicando azioni da intraprendere per prevenire gli eventi avversi quale, chiamare il personale sanitario e cercare immediata assistenza se si percepiscono eventuali segnali o sintomi di sanguinamento tale come un:

- insolito sanguinamento dalle gengive

- frequente epistassi dal naso

- sanguinamento mestruale o vaginale con un flusso abbondante rispetto alla norma

- sanguinamento da non riuscire a controllare

- urina rosa o marrone

- coaguli rossi o neri (sembra catrame)

- tosse con sangue o coaguli di sangue

- vomito di sangue o vomito che assomiglia a fondi di caffè.

Lecce,  11 dicembre 2011  

                                                                                                                    Giovanni D'AGATA                

 



giovedì 8 dicembre 2011

Salute donne: pillola anticoncezionale come protezione dal cancro per le monache

 

Salute delle donne: ricercatori australiani propongono l'uso della pillola anticoncezionale come protezione dal cancro per le monache. L'idea è che la pillola anticoncezionale possa diventare somministrazione terapeutica per le suore.

 

Secondo uno studio di alcuni ricercatori australiani pubblicato su The Lancet  , guidati da Kara Britt della Monash University di Melbourne e Roger Stuart della University of Melbourne, se la Chiesa Cattolica mettesse la pillola a disposizione delle suore contribuirebbe in maniera significativa alla riduzione dei rischi di malattia che sono per loro, in quanto donne sotto il profilo biologico, analoghi a quelli di tutte quelle che, laiche e sposate,  nel corso della vita non hanno avuto figli.

Il voto di castità, preso da 95.000 suore cattoliche del mondo porta con sé un aumento di rischio per tumori al seno, delle ovaie e dell'utero che sono tutti i  più comuni nelle donne che non hanno figli.

È un problema che è riconosciuto da centinaia di anni. Nel 1713, il medico italiano Bernardino Ramazzini ha riferito che tra le  monache erano stati riscontrati alti tassi di cancro al seno.

Sotto il punto di vista medico le donne che non attraversano le fasi della gravidanza e dell'allattamento hanno più cicli mestruali nel corso della loro vita e ciò si traduce, statisticamente,  in un aumento del rischio di cancro. Gli autori dello studio hanno citato dati accreditati secondo cui la mortalità nelle donne che usano la pillola arriva fino al 12% in meno rispetto a quelle che non vi ricorrono, mentre il rischio di tumore alle ovaie e all'enometrio cala del 50-60% se si utilizza questo metodo contraccettivo.

La pillola ha sì altri possibili effetti collaterali, come il rischio di coaguli di sangue con la versione combinata estrogeni-progestinici, ma in una valutazione complessiva, secondo gli autori della ricerca, la Chiesa Cattolica dovrebbe rivedere la sua posizione ufficiale in tema di contraccezione, risalente al 1968, alla luce di questa ed altre considerazioni sanitarie. E poi, a ben leggere, il documento in questione emanato dalla Chiesa non considera illegali sistemi usati per curare malattie anche se questi hanno effetti contraccettivi.

Questo documento ha dichiarato che "la Chiesa in alcun modo per quanto riguarda come mezzo terapeutico illecito considerato necessaria per curare le malattie organiche, anche se essi hanno anche un effetto contraccettivo."

Secondo Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" l'istituzione ecclesiastica lo dovrebbe consentire come fece qualche anno fa, quando un teologo spagnolo propose di autorizzare all'uso del contraccettivo le suore impegnate in zone di guerra spesso soggette a stupro.

Lecce,  08 dicembre 2011                                                                            Giovanni D'AGATA  

 



mercoledì 7 dicembre 2011

Salute donne: farmaco Motilium o Domperidone, espediente di giovani madri per aumentare il latte al seno. Rischi per la salute.

Salute delle donne: il farmaco Motilium o Domperidone, è diventato l' espediente di giovani madri per aumentare il latte al seno, salvo che questo farmaco non è stato mai concepito per questo uso.

Secondo l' Afssaps puó avere effetti mortali.

 

Il domperidone (es. Peridon, Motilium) è un farmaco utilizzato per il trattamento dei disturbi a livello gastrointestinale, come difficoltà digestive, nausea, vomito.

Poiché fra i suoi effetti indesiderati vi è la capacità di aumentare la secrezione di prolattina, un ormone che stimola la lattazione, alcune donne che allattano assumono domperidone per incrementare la produzione di latte. Facendo seguito alle segnalazioni di questo impiego improprio, l'FDA (Food and Drugs Administration) ha raccomandato alle donne che allattano di non utilizzare il farmaco per tale indicazione che, in nessun paese, rientra fra le indicazioni autorizzate. Preoccupazioni sulla sicurezza del domperidone emergono infatti dalle segnalazioni di effetti indesiderati cardiaci (aritmie, arresto cardiaco e morte improvvisa) in pazienti trattati con il farmaco per via endovenosa.

Il domperidone viene escreto nel latte materno: per questo motivo è controindicato nelle donne che allattano per il pericolo di esporre il neonato a rischi non noti.

Anche l'Afssaps (l'agenzia francese per la sicurezza dei farmaci) ricorda che quest'uso del farmaco uso  è "Molto pericoloso per la madre ed è pericoloso per il bambino", aggiungendo: "c'è il rischio di morte improvvisa".

Per Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" bisogna intervenire rapidamente raccomandando alle giovani madri che l'allattamento è importante, ma assumere il farmaco in questione per aumentare la secrezione di prolattina, stravolgendo il suo utilizzo, è molto pericoloso. Nessuno studio scientifico è stato condotto sul tema e si ricorda che sulla scheda informativa, è scritto nero su bianco che questo farmaco non stimola l'allattamento, anche se è uno dei suoi effetti collaterali. Infatti, in alcuni casi estremamente rari, alcune donne, possono avere piccole montate del latte.

La responsabilità della prescrizione deve rispettare le indicazioni del prodotto: il prodotto è controindicato durante l'allattamento, questo significa che è pericoloso.

Lecce,  07 dicembre 2011  

                                                                                                                    Giovanni D'AGATA




--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Legno in giardino


Il legno è un materiale molto adattabile a tanti utilizzi e viene sfruttato da secoli.
Oggigiorno vanno molto i mobili per arredo giardino in legno, in rattan, ferro e alluminio.
Il legno è sempre il materiale più caldo e naturale in ogni caso, molto versatile e che si usa per creare strutture legno come gazebi, pergolati, carport, garage, case in legno, panche, bacheche, recinzioni e tanto altro ancora.
Gli arredi vanno molto bene in giardino in estate, come ad esempio tavoli da giardino, sedie, poltrone, lettini, ma anche in inverno magari in una veranda, comode poltrone e divano con cuscini imbottiti.
Agri-legno è un 'azienda da anni nel settore che produce e vende mobili in legno di qualità, con sito e vendita on line, dove il cliente può comodamente scegliere i mobili che desidera e ordinarli e gli verranno recapitati a domicilio.
Il montaggio è facile ma se ce n'è bisogno un team di esperti sarà disponibile per l'installazione nel giardino.

martedì 6 dicembre 2011

Sauna Finlandese una meraviglia per il corpo


I finlandesi sono famosi per tante cose: per i denti, per il loro coraggio ed anche per la sauna finlandese

Anzi, secondo alcune fonti, sarebbe proprio la sauna finlandese uno dei motivi per cui i finlandesi sono così forti e resistenti alle malattie.

Si dice anche che sia proprio grazie alla sauna finlandese che i finlandesi siano riusciti a resistere al glaciale freddo russo, durante la seconda guerra mondiale.

In più la sauna è uno strumento per fortificare il corpo completamente naturale.

Ad esempio, la sauna finlandese a raggi infrarossi, non deve essere preriscaldata, perché sono i raggi infrarossi a svolgere questa funzione.

Vi ricordo che i raggi infrarossi sono prodotti naturalmente anche dal sole e dal nostro corpo e sono totalmente innocui per la nostra salute.

La sauna è ideale non solo per chi vuole perdere peso e tonificarsi, ma anche per chi soffre di allergie e vuole sottoporsi ad un'aroma terapia.

Vinci un biglietto per l'Excelsior alla Scala di Milano

Project Malawi, in partnership con Teatro alla Scala - LaScalaUNDER30, mette a disposizione 30 biglietti gratuiti per assistere a un evento straordinario sostenendo le attività di aiuto al Malawi.

Se hai meno di 30 anni, puoi essere il vincitore di uno dei 30 biglietti per l'Anteprima del balletto “Excelsior” al Teatro alla Scala di Milano il 18 gennaio 2012 alle ore 20.00.

Per partecipare, basta andare sulla pagina Facebook di “Project Malawi e LaScalaUNDER30” (http://www.facebook.com/projectmalawiunder30) e rappresentare la propria idea di progresso sociale.

Tra tutti i progetti caricati tra il 6 dicembre 2011 e il 9 gennaio 2012, i più votati vinceranno i 30 biglietti messi in palio per l’Anteprima del Balletto.

Excelsior

Mentre si profila all’orizzonte il nuovo secolo “tecnologico”, nel 1881 il sipario della Scala si apre per la prima volta su Excelsior che celebra il trionfo della Luce e della Civiltà sull’Oscurantismo. Dopo dieci anni dalle ultime rappresentazioni, il “ballo grande” torna in scena alla Scala e inaugura la stagione 2011/2012 con il balletto-simbolo dei fasti di un’epoca.
Al suo debutto nel 1881 Excelsior ebbe una folla di interpreti, oltre 500 comparse, e un successo strepitoso: solo nella prima stagione oltre 100 repliche, una serie interminabile di rappresentazioni in Italia e in tutta Europa, fino alla Russia e alle due Americhe.

Project Malawi

Project Malawi è programma nato nel 2005 per iniziativa di Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo con lo scopo di contribuire nel lungo periodo al rilancio economico e sociale di uno dei 15 Paesi più poveri del mondo e maggiormente colpiti dall’epidemia di AIDS, in cui l'aspettativa media di vita è tra le più basse di tutta l'Africa, il 15% della popolazione è sieropositiva e 11 bambini su 100 nascono contagiati.

Project Malawi si basa sulla collaborazione tra grandi ONG operanti nel Paese e il Governo locale, come chiave per un processo sostenibile e durevole. L’Obiettivo è creare una barriera all’AIDS partendo dalla prevenzione della trasmissione del virus tra madre e figlio e affiancare all’azione sanitaria l’intervento integrato dei partner operativi del progetto nelle rispettive aree di competenza: nutrizione, assistenza agli orfani, prevenzione, sviluppo locale.
Per saperne di più www.projectmalawi.com.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI