Cerca in Tutto Donna

venerdì 24 marzo 2017

50 SFUMATURE DI DONNA: la II edizione sul tema LA SECONDA VOLTA (Roma, 8 aprile)







Sabato 8 aprile 2017
dalle 14.30 alle 19.45

50 Sfumature di Donna
II edizione

Centro Congressi Spagna 
via Alibert, 5/a (Roma)


Per il secondo anno consecutivo il portale "VediamociChiara", dedicato alla salute e al benessere della donna (www.vediamocichiara.it) dedica una speciale iniziativa al mondo femminile, affrontando in questa edizione il tema della  "seconda volta", quella che prende forma da un necessario e biologico desiderio di cambiamento che si genera in un'età compresa tra i 40 e 50 anni. 


Tante sono infatti  le "seconde volte", ovvero i mutamenti che caratterizzano gli "Anta": a partire da una nuova consapevolezza di se stesse che prende luce in simbiosi con i cambiamenti del proprio corpo.

Ed è cosi che al Centro Congressi Spagna, nel cuore del centro storico di Roma, per un intero pomeriggio, quello di sabato 8 aprile 2017, l'ideatrice e fondatrice di "VediamociChiara", la dott.ssa Maria Luisa Barbarulo, introdurrà una serie di iniziative dedicate al tema dell'essere donna oggi. 

Benessere e salute saranno gli argomenti principali di approfondimento, trattati con sapienza e divertimento: a cominciare dalla dott.ssa Alessandra Bitelli (mental coach) che aiuterà a focalizzare l'audience, attraverso alcuni esercizi mentali, sui propri obiettivi, stimolando la personale determinazione al cambiamento. 

Agli esercizi psichici si accompagneranno quelli fisici con la ginnastica – proposta dalla dott.ssa Loredana La Torre - dedicata ai muscoli femminili più intimi (quelli del perineo) che, laddove ancora in salute, consentiranno anche il mantenimento o la riscoperta di una sana vita sessuale.

Sarà poi la volta della dott.ssa Laura Tonatto, che illustrerà tutti i segreti dell'aromaterapia e del talk show con gli specialisti, fulcro centrale dell'evento, durante il quale si parlerà di benessere e salute in compagnia del prof. Antonio Lanzone, del dott. Massimo Danti (ginecologo), della dott.ssa Patrizia Pezzella (sessuologa), della dott.ssa Gabriella Caruso (nutrizionista), e della prof.ssa Rossella Nappi (ginecologa).


Nell'ambito dell'iniziativa sarà inoltre presentata l'organizzazione di volontari e senza scopo di lucro KOMEN Italia, che opera nella lotta ai tumori del seno su tutto il territorio nazionale e che vede tra i propri testimonial Maria Grazia Cucinotta e Rosanna Banfi. 


Durante l'evento sarà possibile registrarsi alla 18° edizione della Race for the cure che si terrà a Roma, al Circo Massimo, il 19, 20 e 21 maggio p.v..

Successivamente, dalle 18.00, si apriranno, gli incontri semi-privati con le specialiste dott.ssa Patrizia Pezzella (ginecologa, sessuologa) e dott.ssa Gabriella Caruso (nutrizionista).
Spazio anche all'oroscopo degli "anta" e del cambiamento, a cura di Simon & the Stars: l'evento cade, non a caso, ad una settimana esatta dall'inizio dell'anno astrologico (31 marzo): un significativo indizio per cogliere i suggerimenti delle stelle all'insegna della trasformazione. 


La giornata sarà anche l'occasione per diventare contributor del blog "VediamociChiara", usando gli hashtag dell'evento, #50sfumaturedidonna #vediamocichiara #lasecondavolta, e pubblicando sul proprio profilo Facebook un post che parla del cambiamento e dell'evento 50 sfumature di donna: tra tutte le partecipanti sarà selezionato il miglior post e l'autrice sarà invitata a collaborare alla redazione degli articoli del portale. 


La selezione dei commenti sarà curata dalla stessa redazione, tenendo conto anche del numero totale di condivisioni e "Mi piace" raggiunti dai post.

Sito web ufficiale:
http://www.vediamocichiara.it/50-sfumature-di-donna-ii-edizione/

Infoline: info@vediamocichiara.it


Programma dell'evento

14.30
check-in e ritiro della shopper con i gadget

15.00
Welcome speech
dott.ssa Maria Luisa Barbarulo

Mental coach activities
A cura di Alessandra Bitelli

Ginnastica perineale
A cura di Loredana La Torre

Aromaterapia
A cura di Laura Tonatto

Talk show "50 sfumature di donna"
Partecipano: Antonio Lanzone, Massimo Danti, Patrizia Pezzella,Gabriella Caruso, Rossella Nappi.

Presentazione KOMEN Italia
Registrazione alla 18° edizione di "Race for the cure"

18.00
Coffee break

Incontri semi-privati (riservati alle iscritte)
con Patrizia Pezzella e Gabriella Caruso.

19.00
Oroscopo degli "anta" e del cambiamento
a cura di Simon & the Stars.

19.30
Conclusioni
A cura di Maria Luisa Barbarulo




NB
Per poter partecipare all'evento è obbligatoria l'iscrizione online (cfr http://iscrizioni-vediamocichiara.it/50-sfumature-di-donna.php). 

I posti disponibili sono a numero chiuso. L'iscrizione dà diritto all'entrata gratuita e al ritiro, fino ad esaurimento scorte, della shopper con tanti prodotti dedicati alla salute e al benessere delle donne. 

Inoltre, per le prime 100 arrivate, verrà donato un gadget aggiuntivo: il bruciatore con 4 diverse essenze, offerto dal partner Petali - SER (aromaterapia).

A conferma della registrazione sarà inviato all'indirizzo email indicato, un codice, che permetterà l'ingresso all'evento. In caso di imprevisti che rendono impossibile la partecipazione si invita a darne comunicazione tramite l'email info@vediamocichiara.it




--
www.CorrieredelWeb.it

Percorso Giovinezza. La proposta anti-aging intensiva di Villa Eden Leading Park Retreat di Merano (BZ)


La proposta anti-aging intensiva
di Villa Eden Leading Park Retreat di Merano (BZ)

Un percorso di bellezza e benessere intensivo per guardarsi allo specchio e vedersi davvero ringiovaniti: è la proposta anti-aging intensiva di Villa Eden Leading Park Retreat di Merano (BZ)

Un weekend (o anti-weekend) di puro lusso, che concentra in tre giorni il top della ricerca beauty per ottenere un viso fresco, riposato e assolutamente.. giovane! 

Prima di un evento importante (come è di gran moda tra le celebrities) o semplicemente per farsi un regalo e vedersi più belle si può scegliere questo pacchetto wellness, il cui obiettivo è prevenire, trattare e rallentare il fisiologico invecchiamento cutaneo, combattendo i radicali liberi che ne sono i principali responsabili. 

Arrivando a Villa Eden si respira immediatamente un'atmosfera di estremo relax, ogni pensiero scompare e le attenzioni che la titolare Angelika Schmid, insieme al suo staff qualificato, riserva a ogni ospite fanno entrare in uno stato di benessere assoluto. 

Durante il soggiorno vengono effettuati uno scrub iodato da 110 minuti, un massaggio corpo neuromuscolare e drenante con Omega 3 da 55 minuti e tre trattamenti viso-collo alla molecola superossidodismutasi, della durata di 55 minuti ognuno. 

La chiave dell'effetto anti-age è proprio in questa molecola preziosa, che è detta anche la molecola della giovinezza poiché contrasta i radicali liberi, responsabili di rughe e inestetismi da invecchiamento cutaneo. 

La sua azione è estremamente efficace in quanto attiva un processo naturale di rigenerazione interna alla pelle, e concentrando i trattamenti il risultato è davvero sorprendente. Il programma è perfetto sia per le pelli giovani e stressate che per le pelli più mature, e l'effetto è rimodellante e ricompattante, per viso e collo. Il pacchetto estetico è proposto a 730 euro a persona, mentre il soggiorno di tre notti con la mezza pensione è proposto a partire da 630 euro a persona.

Per informazioni:
Villa Eden Leading Health Spa
via Winkel  68/70
39012  Merano (BZ)
Tel. 0473.236583
www.villa-eden.com   
info@villa-eden.com


--
www.CorrieredelWeb.it

"Donne dell'Est"? Vere sessiste sono le donne. Virale il video provocatorio di Maria Beatrice Alonzi


Siamo noi le sessiste? / #nonènecessario
La provocazione di Maria Beatrice Alonzi: le vere sessiste sono le donne
Il video fa 200 views al minuto e diventa virale
Dopo aver fatto il giro del mondo con la sua mappa, Maria Beatrice Alonzi, definita "la digital artist italiana" dall'agenzia di stampa internazionale AFP, torna con una provocazione destinata al mondo femminile.
Un video mockumentary "politicamente scorretto" che, sulla base di una serie di ricerche raccolte dall'Alonzi, scritte negli ultimi trent'anni, provocatoriamente, si chiede se siano le donne ad essere le prime sessiste.
Ma partiamo dall'inizio: sabato 18 Marzo 2017 su Rai Uno, viene mandato in onda il servizio "La minaccia arriva dall'est. Gli uomini preferiscono le straniere" (sottotitolo: "Sono rubamariti o mogli perfette?").
A seguito, una grafica di 6 punti spiega il valore aggiunto in base al quale gli uomini preferirebbero le donne dei paesi balcanici, in particolare dei paesi dell'ex Unione Sovietica: "Le donne dell'Est".
La grafica indica come la donna perfetta (secondo gli uomini) debba essere consenziente, sexy, sempre disponibile e sostanzialmente devota. La discussione giornalistica e social in merito alla questione trova per lo più un'Italia attonita davanti ad una forma così aggressiva di pregiudizio, nei confronti di come una donna dovrebbe essere per piacere ad un uomo.
La responsabilità di questa visione, a chi è da attribuirsi? Unicamente agli uomini?  "La maggior parte dei commenti, e delle condivisioni sui social, di una notizia come questa, sono offensivi e aggressivi nei confronti delle donne: da parte di altre donne" spiega Maria Beatrice Alonzi. 
"Più in generale, spesso, i commenti sessisti, traggono conclusioni sul tipo di persona, a partire semplicemente dall'abbigliamento, dal trucco o dal possibile grado di attrattiva sessuale nei confronti degli uomini, che viene loro attribuito dalle donne stesse".
Maria Beatrice Alonzi, che ha immaginato questo mockumentary provocatorio, sulla basedell'analisi di più di cinquanta testi scientifici dal 1985 ad oggi, aggiunge: "In una notizia commentata su Facebook, ove siano presenti entrambi i sessi, in media il 98% dei commenti negativi dati dalle donne, tende a favore dell'uomo o contro la donna. Anche in merito a tragedie come Sara di Pietrantonio, Tiziana Cantone, etc".

"Durante il texting tra donne" aggiunge "si è notato, trasversalmente per età e provenienza socio-culturale, che il paragone tra se stesse e le altre donne, in una conversazione sull'altro sesso, sia presente 8 volte su 10. Corrisponde all'80% delle volte. I pregiudizi partono anche da noi donne. Dal nostro modo di comportarci con le altre donne. Siamo noi le sessiste?".
Siamo noi le sessiste? / #nonènecessario: di Maria Beatrice Alonzi, con Federica Ceracchi, Karoline Comarella, Martina, Elena de Gennaro. Musiche di Maria Beatrice Alonzi. Regia di Maria Beatrice Alonzi mariabeatrice.com
Video mockumentary realizzato sulla base dell'analisi e dell'elaborazione di più di cinquanta tra testi e ricerche universitarie internazionali degli ultimi trent'anni.
I Link:
Link facebook:
 http://bit.ly/le_donne_dell_est



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 20 marzo 2017

ID. La nuova collezione di borse Moleskine

Forma e funzione insieme in una nuova linea di borse disegnate per il lavoro in movimento
ImageMoleskine espande la collezione Traveling con una nuova linea di borse disegnate per contenere gli oggetti di ogni giorno e come ufficio mobile. Come in tutte le borse Moleskine, la collezione ID gioca con elementi iconici presi in prestito dai taccuini: angoli arrotondati, elastico di chiusura, attenzione al dettaglio.

Che sia per necessità o per scelta, il lavoro in movimento può potenziare la creatività e aprire la mente a nuove idee, ma può essere anche molto frustrante, se gli strumenti di lavoro non sono comodi da estrarre, non adeguatamente protetti o male organizzati. Questa collezione è stata disegnata invece come contenitore agile, comodo e sicuro per tenere sempre ben organizzati gli oggetti che compongono il nostro ufficio mobile, senza sacrificare lo stile: device digitali, taccuini, penne, chiavi, cuffie, portafogli, barrette energetiche, ecc, sempre a portata di mano.

DIMENTICA LE PREVISIONI DEL TEMPO.
Tutte le borse della collezione ID sono di nylon impermeabile e di tela cerata, materiali impermeabili e durevoli, piacevoli al tatto, per tenere gli oggetti protetti con qualsiasi condizione di tempo. La base solida conferisce struttura e dà protezione aggiuntiva alla borsa quando la si appoggia, anche all'aperto.

CONNETTI LE TUE IDEE, IN MOVIMENTO.
Ogni borsa della collezione ID è disegnata per trasportare in sicurezza ogni tipo di dispositivo digitale, con compartimenti imbottiti e una tasca esterna con chiusura lampo. Le mani intruse sono mantenute a distanza dalla banda elastica, dalle cerniere e dallo speciale bottone magnetico che sigilla la copertura esterna. All'interno, la tasca Moleskine Notes mantiene ben organizzati e facili da estrarre gli strumenti di scrittura. Fanno parte della collezione anche tre speciali ID Device Bag, disegnate specificamente per varie misure di laptop e device, con ampio spazio per documenti e taccuini, nei compartimenti posteriori con chiusura a bottone.
Image

DETTAGLI DI DESIGN INTUITIVI.
La collezione è stata concepita avendo in mente comodità e funzionalità. Due occhielli metallici all'esterno di tutti i modelli offrono la possibilità di agganciare chiavi e altri oggetti da tenere sottomano. Maniglie e spallacci sono sempre regolabili e imbottiti, per un'ottimale portabilità anche durante lunghi trasferimenti. Il modello ID Messenger Bag ha una cintura adattabile per maggiore stabilità. Entrambi i modelli di zaini ID Backpack hanno un occhiello per il passaggio dei cavetti per le connessioni digitali. La ID Tote Bag ha anche una tasca esterna aperta, per oggetti e accessori cui accedere al volo.

UNA CLOUD ANALOGICA: IL GIOCO "MY ANALOG CLOUD".
Lo stile pulito della collezione ID si adatta alle diverse identità e alle diverse occasioni d'uso, facilmente personalizzabile a seconda delle esigenze e dei gusti. 

Le borse sono definite dagli oggetti che contengono, che a loro volta sono espressione delle personalità unica dei loro proprietari. 

Per questo la collezione è linkata al gioco online My Analog Cloud: seleziona una serie di oggetti che ti definiscono, la borsa che meglio ti rappresenta e divertiti a guardare e condividere il tuo profilo personale. http://myanalogcloud.com/ 

Image

Nome:  ID Bag Collection
- ID Backpack: disponibile in Nero, Grigio Ardesia, Blu Boreale.
- ID Small Backpack: disponibile in Nero, Grigio Ardesia, Blu Boreale.
- ID Messenger Bag: disponibile in Nero, Grigio Ardesia.
- ID Reporter Bag: disponibile in Nero, Grigio Ardesia, Blu Boreale.
- ID Briefcase Bag: disponibile in Nero, Grigio Ardesia.
- ID Tote Bag: disponibile in Nero, Grigio Ardesia.
- ID Horizontal Device Bag: 15"/13";  Nero, Grigio Ardesia, Blu Boreale.
- ID Vertical Device Bag: 15"; Nero, Grigio Ardesia, Blu Boreale.

Image
Moleskine® è una marca creata nel 1997 con l'idea di riportare in auge gli anonimi  taccuini neri usati da famosi scrittori e artisti come Vincent van Gogh, Pablo Picasso, Ernest Hemingway e Bruce Chatwin, che erano stati per molto tempo fuori stampa. Oggi la marca Moleskine include una famiglia di strumenti per la creatività e la produttività: taccuini, agende, quaderni, borse, strumenti per scrivere e oggetti per leggere. La sede di Milano in Italia, comprende le filiali controllate, Moleskine America, Inc. (fondata nel 2008), Moleskine France (2013), Moleskine Germany (2013) and Moleskine Asia Ltd (2011), che controlla Moleskine Shanghai e Moleskine Singapore.
--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 16 marzo 2017

Tutto per gli sposi alla 5a edizione di "Nozze d'Autore a Villa Borromeo"

Torna per la 5a edizione la fiera per gli sposi "Nozze d'Autore a Villa Borromeo", organizzata da Sposimmagine. 

Domenica 26 marzo 2017 dalle ore 10:00 alle 18:30 ancora una volta Villa Borromeo aprirà al pubblico dei futuri sposi tra Milano e Bergamo, per proporre tante novità e sorprese da circa 40 rinomati artigiani locali e professionisti del settore wedding. 

Tra le incantevoli sale al pian terreno della villa, il 26 marzo verranno presentate tutte le tendenze più in voga nel wedding, ma anche soluzioni tecniche, logistiche e social all'avanguardia per coinvolgere i vostri ospiti. 

Proposte su misura per le esigenze di tutte le coppie, tradizionali e non: abiti da sposa, sposo, cerimonia e bambini, fedi, addobbi floreali, bomboniere classiche ed enogastromoniche, cake design, partecipazioni, fotografi, video con droni, musicisti, viaggi di nozze, wedding planner, percorsi dietetici e proposte benessere e beauty, e tanto altro! 

Ingresso gratuito, presentando l'invito si avrà diritto a speciali sconti, promozioni o omaggi riservati esclusivamente ai visitatori in fiera. 

Anche quest'anno, in programma prove gratuite di trucco e acconciatura per la sposa, degustazione confetti e aperitivi, e alle 17:30 circa brindisi con buffet di dolci per tutti!

Matrimonio vintage o hippie sulla spiaggia? Confetti o bomboniere golose e originali? Ecco le idee per personalizzare il giorno più atteso.


5 proposte per un sì speciale


C'è chi si immagina fin da bambina di percorrere la navata della chiesa con l'abito bianco sulle note della marcia nuziale e festeggiare in una location da favola, chi sogna di salutare gli invitati da una fiammante spider d'epoca e chi invece vorrebbe accarezzare la sabbia con i piedi nudi e sentire lo sciabordio del mare mentre pronuncia il sì più importante. Ognuno ha il suo stile, ogni coppia la sua storia: dal matrimonio romantico, a quello di lusso, passando per quello più hippie, ecco alcune idee per una giornata indimenticabile.

In una chiesetta romantica
Un carrozza trainata dai cavalli, una chiesetta di montagna e una foresta da favola. Cosa può desiderare di più una coppia di inguaribili romantici? Dopo la cerimonia nella piccola cappella, guidati da bellissimi esemplari di Haflinger, gli sposi raggiungono il Romantik Hotel Post Cavallino Bianco di Nova Levante (BZ), per scattare qualche foto nel magnifico giardino di rose e festeggiare con un ricevimento nell'elegante ristorante dell'hotel 4 stelle superior. E per rilassarsi prima delle nozze, la coppia può concedersi un trattamento insieme, per esempio il bagno CavallinoSpa Rasul.

Per informazioni: Romantik Hotel Post Cavallino Bianco
Tel. 0471 613113
Sito web: 
www.romantikhotels.com     

Un'insolita colonna sonora
Chi desidera un matrimonio originale a contatto con la natura e col mare può scegliere l'Isola d'Elba, il gioiello dell'Arcipelago Toscano. Il Boutique Hotel Ilio di Capo Sant'Andrea, a due passi dalla spiaggia, è ideale per una cerimonia intima dal sapore hippie. Con i piedi nella sabbia, il vento tra i capelli e il mare che suona la sua musica più dolce si celebrano le nozze per poi festeggiare con un banchetto, magari sulla terrazza panoramica dell'hotel. Gli sposi possono riservare l'intera struttura con le 20 camere di charme, ciascuna con uno stile proprio, per ritrovarsi a colazione e condividere una gita a cavallo, in barca, in kayak, o su un veliero d'epoca insieme agli amici più cari.

Per informazioni: Boutique Hotel Ilio
Tel. 0565908018
Sito web: www.hotelilio.com


Un vasetto di ricordi
Ogni coppia ha la sua personalità, il suo colore e …il suo sapore! Via le vecchie noiose bomboniere, largo a un'idea originale, che racchiuda l'essenza dei novelli sposi. A Cavriago, vicino a Reggio Emilia (RE), il laboratorio gastronomico HappyMama confeziona piccoli e graziosi vasetti di vetro che ciascuna coppia può personalizzare. Si può scegliere tra marmellate, confetture, salse e chutney tutti preparati con frutta e verdura fresche, raccolte a chilometro zero e subito cucinate, senza l'uso di pectine o altri additivi chimici. Il tocco finale è la confezione: cuffiette colorate o tinta unita in stoffa, cordoncini, nastri, e su un bigliettino qualche parola per ricordare un giorno speciale.

Per informazioni: HappyMama
Tel. 348 8845113


Sito web: www.happymama.it

Nozze... storiche!
Per chi non ama le cerimonie in grande ma preferisce festeggiare con pochi ospiti selezionati in un luogo esclusivo e lontano dalla frenesia della città, c'è il Romantik Hotel Turm di Fié allo Sciliar (BZ), nel cuore delle Dolomiti. Gli sposi più romantici possono organizzare un piccolo ricevimento (al massimo 20 persone) nel giardino di rose dell'hotel, con vista sulle montagne oppure nella tipica stube della torre con le volte a botte, datata XIII secolo. Per una festa chic ed esclusiva si può scegliere invece il Maso Grottner, un edificio del XIV secolo ristrutturato in modo raffinato, dove, insieme agli invitati (dalle 40 alle 70 persone), ci si può godere una giornata indimenticabile grazie al catering dello chef pluripremiato Stefan Pramstrahler.

Per informazioni: Romantik Hotel Turm
Tel. 0471 725014 
Sito web: www.romantikhotels.com

Un'esperienza vintage
Si dice spesso che il viaggio sia più importante della meta, ma se lo si compie su un mezzo speciale, diventa indimenticabile! Per festeggiare nozze vintage e dirigersi insieme verso una nuova vita si può scegliere Slow Drive e noleggiare una spider o un'auto d'epoca, che lo sposo potrà guidare personalmente. Alfa Romeo Giulietta Spider, Morgan 4/4, Triumph Spitfire, Alfa Romeo Duetto, VW maggiolino cabriolet, Fiat 1500 cabriolet, Mini Cooper sono solo alcuni dei modelli a disposizione, a bordo dei quali godersi il tragitto con guantini di pelle e occhiali anni 60, a disposizione della coppia.

Per informazioni: Slow Drive – vintage & motion     
Tel. 030 9907712
Cell. 338 9785124
Sito web: www.slowdrive.it


--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 15 marzo 2017

5° Premio Donne Merito e Talento ALDAI-Federmanager: le vincitrici

5° "Premio Merito e Talento 2017":
ALDAI-Federmanager premia donne dirigenti in Lombardia

Milano, 15 marzo 2017 – Si è svolta oggi a Palazzo Marino la cerimonia di premiazione di "Merito e Talento 2017", iniziativa istituita da ALDAI-Federmanager, la maggiore organizzazione territoriale del sistema Federmanager, polo di competenze e punto di riferimento per i servizi ai manager oltre che partner integrante del sistema industriale, e Federmanager Minerva.

Giunto quest'anno alla quinta edizione, il "Premio Merito e Talento" è dedicato alle donne manager che hanno dimostrato di essere esempi virtuosi all'interno del mondo manageriale, ed è nato con l'obiettivo di promuovere una realtà sempre più popolata di modelli distintivi di merito e talento.

Ogni anno gli associati ALDAI-Federmanager segnalano le donne manager con cui collaborano e che ritengono più meritevoli. 

Successivamente, una giuria composta da autorevoli attori esterni e interni all'associazione esprime le proprie preferenze, in base alle categorie previste dal Premio. Inoltre, quest'anno, data la forte crescita del tema "Industry 4.0", ALDAI-Federmanager ha scelto di introdurre un premio speciale Digital Innovation.

Cristina Tajani
"Come Amministrazione siamo orgogliosi di patrocinare questo evento che valorizza il crescente apporto delle donne al mondo manageriale e d'impresa, un apporto che vede Milano leader. 
La nostra città infatti ha raggiunto tassi di occupazione femminile caratteristici delle città nordeuropee superando Londra e simili a quelli di Berlino. 
Tuttavia la città non ha ancora raggiunto quella capacità di conciliare vita e lavoro che ha permesso alle grandi città europee di veder crescere contemporaneamente anche il tasso di natalità" ha dichiarato l'assessore alle Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano, Cristina Tajani che prosegue: "Supportiamo e continueremo a supportare iniziative dedicate a valorizzare la parità di genere, come Merito e Talento, perché riteniamo che Milano possa diventare un laboratorio nazionale per lo smart working e per i programmi di conciliazione in un'ottica di collaborazione tra soggetti pubblici e privati".

Romano Ambrogi
Una realtà in continua crescita, quella delle donne manager, tanto che le donne dirigenti nel settore privato in Italia sono cresciute del 20% negli ultimi 5 anni

Inoltre, è interessante notare come il management femminile sia giovane, con il 50% delle donne manager che ha meno di 45 anni[1].

"Con la quinta edizione del Premio Merito e Talento vogliamo mandare un messaggio chiaro e positivo: gli esempi di leadership femminile in Italia sono molti e di assoluto valore. 
Con questo Premio vogliamo quindi contribuire a mettere in evidenza queste realtà e a valorizzarle come è necessario che venga fatto – ha dichiarato Romano Ambrogi, Presidente ALDAI-Federmanager – Ci auguriamo che Merito e Talento sia un inizio, non un punto di arrivo, per tutte le donne manager che contribuiscono all'evoluzione del Sistema Paese".

Stefano Cuzzilla
"Abbiamo scelto di premiare le eccellenze manageriali femminili perché desideriamo mandare un messaggio che contribuisca ad abbattere le barriere di genere sul posto di lavoro – ha commentato Stefano Cuzzilla, Presidente Federmanager – Le donne ai vertici hanno doti e capacità essenziali per innovare i modelli aziendali. 
Perciò, anche attraverso questo tipo di manifestazioni, intendiamo accrescere la consapevolezza delle istituzioni e dell'opinione pubblica per raggiungere un obiettivo che è di civiltà e che, allo stesso tempo, ha effetti diretti sulla competitività delle nostre imprese".

"Merito e Talento prende vita dalla volontà di riconoscere e fare emergere i modelli positivi di leadership al femminile, così da fornire un esempio a tutte le donne che desiderano ripercorrere i passi delle dirigenti premiate, o che semplicemente cercano ispirazione per aprire nuove vie", ha commentato Paola Poli, coordinatrice del Gruppo Minerva di ALDAI-Federmanager.

Paola Poli
I premi fanno capo a diverse categorie, tutte relative a diversi settori del management (Innovazione, Gestione economica, Gestione collaboratori, Lancio di nuovi business, Giovani potenziali e Diversity/Best practice). 

Per questa edizione, è stato anche introdotto per la prima volta un premio speciale "Digital Innovation" legato al tema Industry 4.0 - tema questo su cui ALDAI-Federmanager mantiene alta l'attenzione e vuole giocare un ruolo proattivo come sottolinea il Vice Presidente Bruno Villani - e destinato alla donna manager che si è particolarmente distinta nella gestione del processo di digitalizzazione che coinvolge in maniera trasversale tutti i settori industrial.

La cerimonia di premiazione, patrocinata da Regione Lombardia, dal Comune di Milano e da Città Metropolitana di Milano, è stata introdotta dal Presidente ALDAI-Federmanager, Romano Ambrogi

Durante la sessione iniziale si è tenuto il saluto istituzionale di Cristina Tajani, Assessore a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane del Comune di Milano, e di Eros Andronaco, Vice Presidente di Federmanager e di Paola Poli promotrice dell'iniziativa e del programma donne dirigenti assieme ad Elisabetta Borrini Vicepresidente Minerva Nazionale.



[1] Fonte: Manager Italia

martedì 14 marzo 2017

LOVE and VIOLENCE - L’emancipazione della donna contribuisce al superamento della violenza - mercoledì 15 marzo ore 17.30 Galleria Cavour, Padova


L’emancipazione della donna contribuisce 
al superamento della violenza

A “Love and Violence” ne discutono Confartigianato Donne Impresa 
e Assosomm, Associazione delle Agenzie per il Lavoro

Prosegue il ciclo di incontri e conferenze organizzati all’interno del progetto d’arte contemporanea “Love and Violence” dalle curatrici Barbara Codogno e Silvia Prelz.  

Mercoledì 15 marzo dalle ore 17.30 in Galleria Cavour (piazza Cavour, Padova) si terrà un approfondimento sul tema L’emancipazione della donna contribuisce al superamento della violenza”

Interverranno Daniela Rader, Presidente Confartigianato Donne Impresa, e Grazia Carfagno, Consigliere di Assosomm Associazione Italiana delle Agenzie per il Lavoro

Un’occasione per riflettere su quanto l’autonomia e l’emancipazione della donna possano dipendere dal suo inserimento, in qualità di soggetto attivo, nel tessuto sociale ed economico del territorio. Ingresso libero.

Secondo dati di fonte Istat, 6,7 milioni di donne italiane in età compresa tra i 16 e i 60 anni sono state vittime di violenza (31,5% del totale). In Veneto l’incidenza è simile e pari nel dettaglio al 31,7%. Solo l’11,8% delle donne avvia effettivamente un percorso di denuncia. 

Il costo della violenza a livello nazionale (costi sanitari, consulenza psicologica, giudiziari, dei servizi sociali, ma anche attraverso gli effetti di altri moltiplicatori economici e sociali) ammonta a circa 17 miliardi di euro. 

Da questi dati prenderà il via l’intervento di Daniela Rader, Presidente Confartigianato Donne Impresa, dal titolo"Prevenzione e lotta alla violenza sulle donne: l'impatto economico e sociale e possibili linee di intervento". 

Daniela Rader racconterà alcune esperienze di Confartigianato Donne Impresa riportate in alcuni territori d’Italia che dimostrano l’impegno in attività di sensibilizzazione e altre misure e progetti a contrasto della violenza sulle donne nell’ambiente lavorativo.

Anche Assosomm, associazione che riunisce le Agenzie per il Lavoro italiane sotto il segno dell’impegno istituzionale per il miglioramento delle condizioni del mercato del lavoro in Italia,  è ancora una volta, a fianco delle donne, riconoscendone il ruolo e la capacità di migliorare il benessere sociale.



Le curatrici sono a disposizione di associazioni, centro aiuto donna, e tutti quei gruppi coinvolti attivamente nel sociale interessati ad approfondire le tematiche della mostra con una visita guidata. 
Per informazioni: 347-6936594 oppure info.loveandviolence@gmail.com .


La mostra “Love and Violence” a cura di Barbara Codogno e Silvia Prelz, è organizzata dal Comune di Padova, Settore Cultura Turismo Musei e Biblioteche e patrocinata da la Nuova Provincia di Padova, con il sostegno di Confartigianato Imprese Veneto e Assosomm – Associazione Italiana delle Agenzie per il Lavoro. “Love and Violence” rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 2 aprile ad ingresso liberodal martedì alla domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.

Contatti
www.facebook.com/loveandviolence.artfair | info.loveandviolence@gmail.com

Le protesi al seno per chi fa sport? Sono in poliuretano: dopo l’intervento meno complicazioni e recupero rapido

La fase post operatoria è più veloce e meno limitante, soprattutto per chi ha una vita attiva. I chirurghi Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove: «Consigliate a chi fa fitness o ha bimbi piccoli da seguire e prendere in braccio. L’operazione dev’essere effettuata solo da mani esperte»


Per chi pensa di sottoporsi a un intervento di mastoplastica additiva, l’associazione più immediata è quella con il silicone, da anni ormai sinonimo di protesi al seno. Molti non sanno però che sul mercato esiste un materiale alternativo: il poliuretano, che con la sua particolare composizione aderisce meglio ai tessuti, non rischia di spostarsi nella fase post intervento e permette, così, di viverla in modo più confortevole. «Un aspetto da non sottovalutare per le donne, e sono sempre di più, che fanno una vita molto attiva, e non possono o non vogliono essere limitate fortemente per il primo mese dopo l’operazione come avviene per le protesi in silicone –spiegano i chirurghi Pierfrancesco Bove e Raffaele Rauso di ChirurgiadellaBellezza–. Per questo, dopo una serie di esperienze soddisfacenti, noi consigliamo le protesi in poliuretano alle donne sportive, che fanno fitness, ma anche alle mamme con bambini piccoli, perché fanno molti movimenti con gli arti superiori, coinvolgendo i muscoli pettorali».

Le protesi in poliuretano sono prodotto che esiste da anni, e sono quelle di norma utilizzate quando è necessario rioperare dopo complicazioni legate proprio allo spostamento delle protesi in silicone, che hanno meno presa sui tessuti e a volte danno luogo a dislocazioni o rotazioni. Come mai sono ancora poco proposte in prima battuta? «Alcuni chirurghi non le amano perché sono più complesse da impiantare –spiegano Bove e Rauso–: il fatto che aderiscano meglio ai tessuti, e non si spostino, è anche un rovescio della medaglia, cioè lasciano poco margine di assestamento se non vengono posizionate alla perfezione». Tutto sta, dunque, nell’affidarsi a un chirurgo di grande esperienza e bravura, che sappia come lavorare con le protesi in poliuretano e inserirle con la sicurezza di un risultato perfetto.
Così se ne può sfruttare il grande vantaggio, e cioè che il recupero post operatorio è molto più rapido e confortevole rispetto a quelle al silicone. Dopo l’impianto delle protesi tradizionali, infatti, l’indicazione terapeutica è di indossare una fasciatura contenitiva ed evitare per un mese l’attività fisica, in particolare quella che coinvolge i muscoli pettorali (quindi tutti i movimenti che prevedono un carico per gli arti superiori). «Con le protesi in poliuretano, questi accorgimenti non hanno ragione di esistere e si possono riprendere subito le normali attività, come guidare, prendere in braccio i bambini e fare molti tipi di sport (addominali, corsa, ecc.) e non si è costrette indossare la fascia» continuano Rauso e Bove.

I risultati sono naturali. «Sono disponibili protesi sia tonde sia anatomiche –spiegano i chirurghi–. Al tatto si ha una sensazione di durezza e rigidità che scompare dopo circa un anno, che è il tempo necessario al riassorbimento del rivestimento in poliuretano, contro i due-tre mesi delle protesi al silicone. Anche questo è un aspetto da considerare prima dell’intervento, per valutare bene desideri e aspettative della paziente».
L’intervento di mastoplastica additiva con le protesi in poliuretano avviene tramite la tecnica periareolare, dura circa un’ora in anestesia locale con sedazione, ed è essenziale operare su un tavolo operatorio che permetta di controllare il posizionamento delle protesi ponendo la paziente in posizione semi-seduta. Dopo l’operazione occorre seguire semplici indicazioni terapeutiche, sempre seguiti dalle personal assistant di ChirurgiadellaBellezza.


ChirurgiadellaBellezza (www.chirurgiadellabellezza.it) è un surgery network che si occupa di Medicina e Chirurgia Estetica in Lombardia, Toscana, Lazio e Campania. L’équipe, guidata dai chirurghi plastici Raffaele Rauso e Pierfrancesco Bove, è composta da anestesisti, infermieri e personal assistant. Gli standard che garantisce sono elevatissimi in tutte le città in cui opera.  La filosofia di ChirurgiadellaBellezza si basa non solo sulla ricerca di risultati armonici e naturali, ma anche sull’assistenza costante al paziente prima, dopo e durante l’intervento. 

venerdì 10 marzo 2017

Donne e digitale, un workshop in rosa per superare il divario di genere

Sabato 11 marzo a Busto Garolfo (Mi) il convegno "WWW - Women Wide Web is back" organizzato dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Alto Milanese con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate

Un workshop tutto in rosa per comprendere come le tecnologie digitali possono aiutare a colmare il divario di genere. Il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Alto Milanese con il supporto della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate organizza sabato 11 marzo dalle 9 alle 13 nell'auditorium Don Besana (via Manzoni 50, Busto Garolfo - Mi) "WWW - Women Wide Web is back", un'occasione di confronto e riflessione che si inserisce nella settimana del Rosa Digitale, iniziativa promossa  dall'omonimo movimento nazionale contro il divario di genere in ambito tecnologico e informatico. Sette donne presenteranno la loro storia spiegando come anche l'ambito ICT ha bisogno della presenza femminile.

Secondo il rapporto 2016 dell'ITU (International Telecommunication Union) l'agenzia delle Nazioni Unite che si occupa di ICT, nel mondo solo il 19% dei manager ICT sono donne , rispetto alla media del 45% degli altri settori e soltanto il 9% degli sviluppatori di app sono donne. In Italia, il 32% delle donne non ha mai utilizzato internet contro il 23,6% degli uomini. «I dati di uno studio della Commissione europea - osserva Egidio Alagia, Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Alto Milanese - dicono che su 1.000 donne laureate in Europa, solo 29 hanno fatto un percorso di studi in ICT e di queste 4 lavorano effettivamente nel settore. Dall'altra parte però l'industria e il territorio sono alla ricerca continua di candidati per posizioni aperte nei campi più tecnologici e avanzati. Un divario che con Industria 4.0 potrebbe diventare ancora maggiore. Si aprono quindi importanti occasioni di lavoro per le donne. Alimentando le competenze chiave come quelle digitali, oggi ogni studentessa potrà davvero trovare la propria strada e ogni imprenditrice potrà diventare sempre più presente e partecipe apportando grande valore al nostro territorio».

«Oggi il digitale non rappresenta soltanto un'opportunità, ma una necessità - aggiunge il presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Roberto Scazzosi -. Comprenderne le potenzialità è muoversi verso il futuro. Anche per una banca locale come la nostra che quest'anno festeggia i 120 anni di fondazione l'innovazione è un passaggio fondamentale. Ben venga l'innovazione "in rosa" per far crescere il nostro territorio».

Il workshop è rivolto a tutte le donne, dalle studentesse, alle imprenditrici, fino alle semplici appassionate o incuriosite dal mondo digital, che vogliono comprendere come essere protagoniste e non restare escluse da questa rivoluzione informatica che impatta enormemente sulla vita lavorativa e sociale. Moderate da Sabrina Minetti, giovani in carriera, manager e startupper con background diversi si racconteranno, offrendo punti di vista e di riflessione sulle molteplici possibilità offerte dal web e sull'utilizzo della tecnologia per ridurre il gap di genere, creare nuova imprenditoria femminile, migliorare quella esistente e generare nuove opportunità di lavoro.

Il convegno si apre alle 9 con i saluti del presidente Alagia e la presentazione di Andrea Poretti responsabile progetto e consigliere del Gruppo Giovani Industriali. Sono previsti gli interventi di Federica Simonetto, stagista, su "come lavorare in un'azienda high tech con una laurea in astrofisica"; Ilaria Maltoni, startupper progetto Lares High Tech "Quando l'architettura si fa digital"; Alessia Damino della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, "Una Banca smart al passo con i tempi"; Stefania Solari di Dev@work, "Chi ha detto che l'informatica è un mestiere da uomini?"; Lucia Fiori di Heads Hunters, "Essere digital per trovare lavoro oggi"; Daniela Compassi blogger, giornalista e PR, "Una vita da blogger" e Lorena Prandi di Cowo Legnano Coworking, "Non ho un ufficio! Condivido uno spazio di lavoro?".


Per iscrizioni: www.womenwideweb.eventbrite.it
Per informazioni: ggi@ali.legnano.mi.it; 0331 543391.

Per il programma completo:
http://www.eoipso.it/include/comunicati/getfile.cfm?file_ID=2604



--
www.CorrieredelWeb.it

SALUTE & BENESSERE / DISTURBI ALIMENTARI E PSICHE, STASERA (VENERDI’ 10.03) CENA CON GLI ESPERTI AL RISTORANTE TRE VILLE DI PARMA

SALUTE & BENESSERE / DISTURBI ALIMENTARI E PSICHE, STASERA (VENERDI’ 10.03) CENA CON GLI ESPERTI AL RISTORANTE TRE VILLE DI PARMA



Disturbi alimentari e psiche: la serata di “Salute & Benessere”
anticipa la Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla


Venerdì 10 marzo, al Ristorante Tre Ville di Parma, l’iniziativa di ARGA e Parma Da Vivere.
Ospiti la dott.ssa Chiara De Panfilis  e il dott. Francesco Pisani

(PARMA) – Quanto incidono stress, ansia, depressione sulle nostre abitudini alimentari? Cosa scatena problemi gravi come l’anoressia e la bulimia? A queste e ad altre domande risponderanno la dott.ssa Chiara De Panfilis, Responsabile Programma Disturbi del Comportamento Alimentare dell’ASL ed il dott. Francesco Pisani, Neuropsichiatra infantile dell’Azienda Universitario Ospedaliera di Parma durante la cena dal titolo Psiche e Disturbi alimentari.
Stasera, venerdì 10 Marzo alle ore 20.30, al Ristorante Tre Ville di strada Benedetta 99/A a Parmasi avrà infatti la terza serata del ciclo “Salute & Benessere”, organizzata da ARGA e Parma Da Vivere per affrontare un tema molto attuale e di ampio spettro: il rapporto tra la psiche e gli stati emotivi ed il rapporto con il cibo. L’evento farà da anteprima alla Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla che si terrà il 15 marzo, nata con lo scopo di sensibilizzare – attraverso le testimonianze di chi ha vissuto la malattia in prima persona – l’opinione pubblica su disagi che affliggono la mente e il corpo di moltissime persone.
Chef d’eccezione per la cena sarà Mario Marini, diplomato ALMA e presidente di Confagricoltura Parma che, insieme a Luca Maria Dall’Argine, proporrà e spiegherà le diverse portate in relazione alle proprietà nutrizionali dei singoli ingredienti. Un variegato menù formato da antipasti, primi, secondi, contorni e dolci andrà incontro ai diversi palati e alle esigenze caloriche di ognuno.
L’iniziativa vedrà protagoniste anche le Associazioni di riferimento Sulle Ali delle Menti e Lidap, rappresentate da Giuseppina Poletti e Alma Chiavarini che saranno anche a disposizione per informazioni sulle attività svolte. In particolare la Presidente di “Sulle Ali delle Menti” Giuseppina Poletti illustrerà tutte le iniziative del 15 marzo, Giornata Nazionale dei Disturbi Alimentari.
Il ciclo di “Salute & Benessere” ha ottenuto il patrocinio della Provincia di Parma, di Confagricoltura Parma e in particolare per la serata “Psiche e Disturbi alimentari”delle Associazioni Sulle Ali delle Menti e Lidap Nazionale. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con l’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma.
Per partecipare – al costo di 35 euro a persona – occorre dare la propria adesione allo 0521.272524 indicando “Salute & Benessere” al momento della prenotazione.

Arianna Torelli


martedì 7 marzo 2017

#BeBoldForChange: Jobrapido celebra la Festa della Donna

Mercoledì 8 marzo, 16.00-18.00, via Paleocapa 7, Milano

• Jobrapidoprimo motore di ricerca di lavoro al mondo, attivo in 58 Paesi e con 35 milioni di utenti unici mensili e oltre 70 milioni di utenti registrati, promuove il progetto "Women in Digital" con un appuntamento dedicato al cambiamento che l'innovazione digitale ha portato nel mondo del lavoro e alle opportunità offerte soprattutto al mondo femminile.
• L'evento vedrà la partecipazione di Paola Bonomo, Consigliere indipendente, Angel Investor e Advisor nel campo dell'innovazione, nominata tra le «Inspiring Fifty»europeele cinquanta donne leader nel campo della tecnologia.
• 10 i posti a disposizione per le lettrici


Milano, marzo  2017Come si affronta il cambiamento in modo costruttivo e positivo, soprattutto a livello professionale? Donne e uomini lo affrontano allo stesso modo? Quali sono le opportunità che l'innovazione digitale può offrire alle donne? Se ne parlerà nel corso dell'evento "#BeBoldForChange: Jobrapido per la Festa della Donna", in programma mercoledì 8 marzo dalle 16.00 alle 18.00 presso gli uffici milanesi dell'azienda, in via Paleocapa 7.

Protagonista della riflessione sarà Paola Bonomo, Non Executive Director, Advisor ed Investor, nominata tra le «Inspiring Fifty» europee, ovvero le cinquanta donne leader nel campo della tecnologia. Paola Bonomo racconterà la sua esperienza di manager in aziende come Facebook, Vodafone, eBay e McKinsey&Company, esortando tutte le donne presenti ad essere "bold" nella propria quotidianità, mantenendo il proprio modo di essere pur cercando di andare sempre un passo oltre, senza aver paura del cambiamento.

La riflessione sarà arricchita anche dalla testimonianza di Federica Storace, start-upper che, dopo un'esperienza manageriale consolidata nel marketing e trade marketing di grandi multinazionali, nel 2013  fonda Drexcode, la prima piattaforma on line di fashion luxury rental, di cui oggi è CEO. 

L'evento, rivolto alla Community di Women in Digital, è inoltre aperto alle prime dieci donne che si iscriveranno mandando una mail a: womenindigital@jobrapido.com

"Le nuove tecnologie e tutti i processi di innovazione costituiscono da un lato un grande opportunità di cambiamento e sviluppo, ma dall'altra possono costituire anche una difficioltàper chi ha una resistenza al cambiamento"ha commentato Paola Bonomo. "Sono contenta di poter dare il mio contributo per promuovere questo cambiamento culturale soprattuttoall'interno del mondo femminile per incentivare tutte le donne a gestire positivamente ogni novità, sia a livello professionale, sia personale. E' importante continuare a lavorare su se stessi e, soprattutto, non smettere mai di essere curiosi e di imparare".

#BeBoldForChange fa parte delle iniziative di Women in Digital, un progetto creato da Jobrapido per supportare le donne che vogliono iniziare o consolidare la propria carriera nel mondo digitale. Women in Digital prevede una serie di incontri miratiper metter in contatto giovani donne e professioniste allo scopo di operare uno scambio di esperienze, fornendo loro opportunità di incontro e di sviluppo.

"Le donne in Jobrapido sono una parte fondamentale: solo per fare un esempio, le donne rappresentano ben il 60% di tutti gli iscritti alla nostra Community, che a livello mondiale registra oltre 70 milioni di utenti", ha evidenziato Patrizia Turri, Global Vice President Human Resources di Jobrapido. "Ci teniamo molto che Women in Digital diventi un punto di riferimento per supportare tutte le donne che vogliono cogliere le opportunità offerte dal mondo digitale ed accrescere le proprie competenze e le nostre iniziative vogliono proprio andare in questa direzione".



###

Jobrapido 
Jobrapido è il motore di ricerca di lavoro leader a livello mondiale. Azienda all'avanguardia, Jobrapido sta delineando una nuova modalità nell'online recruitment, per rivoluzionare il modo in cui le persone trovano lavoro. Jobrapido analizza e aggrega le offerte di lavoro sul web, per fare in modo che i candidati possano trovare i lavori in linea con le proprie aspettative. Grazie a una tecnologia pionieristica e a prodotti innovativi, Jobrapido mette in relazione le aziende con i migliori candidati e potenziali lavoratori. Fondato nel 2006, Jobrapido conta ora oltre 20 milioni di lavori pubblicati ogni mese, 35 milioni di unique user mensili e oltre 70 milioni di utenti registrati. Dal suo headquarter a Milano, Jobrapido è presente in 58 Paesi, e aiuta chi cerca lavoro a candidarsi per un ruolo in linea con le proprie aspettative, e chi offre lavoro a trovare il candidato adatto al ruolo. Da aprile del 2014, Jobrapido fa parte di Symphony Technology Group (STG).


--
www.CorrieredelWeb.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI