Cerca in Tutto Donna

giovedì 15 dicembre 2011

Donne: l'educazione sessuale non ha età

ScegliTu è il portale che ha fatto di una corretta informazione sulla sessualità e su tutto ciò che riguarda il benessere e la sfera dell'intimità femminile la propria missione educativa. Non a caso, attraverso il sito, la Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia promuove il suo programma di informazione sulla scelta della contraccezione rivolto a tutte le donne, in particolare alle giovani e giovanissime. Navigando nell'area dedicata ai vari metodi di contraccezione attualmente disponibili, l'utente può subito trovare tutte le informazioni e le spiegazioni che desidera ad esempio su: pillola anticoncezionale, profilattico, anello vaginale, spirale, diaframma, pillola del giorno dopo, metodi contraccettivi naturali.
Ma le sezioni e la consulenza del sito non si esauriscono con il tema della contraccezione, vi sono anche tantissimi articoli di approfondimento, video, opuscoli e quant'altro che trattano argomenti di fondamentale importanza quali sesso e salute, sesso e psicologia, benessere, intimità di coppia e luoghi comuni sul sesso da sfatare. Attraverso ScegliTu si apprende, ad esempio, in modo facile e chiaro come funziona e quali possono essere i disturbi dell'apparato genitale femminile, quali sono le principali malattie a trasmissione sessuale , le problematiche della menopausa, perché il fumo fa male e molto altro ancora.
Per tutte le donne e giovanissime che vogliono dunque vivere la propria sessualità senza spiacevoli sorprese, nella maniera più consapevole e sicura nelle varie fasi della vita e dell'amore, c'è da oggi un alleato in più che offre comodamente online validi servizi di orientamento e un'informazione completa, curata da esperti di educazione sessuale e medici ginecologi.

domenica 11 dicembre 2011

Salute e sicurezza: FDA e Agenzia Europea per i Medicinali forniscono nuove raccomandazioni sulla sicurezza del medicinale anticoagulante Pradaxa (dabigatran etexilato).

Salute e sicurezza: la FDA e l'Agenzia Europea per i Medicinali forniscono nuove raccomandazioni sulla sicurezza del medicinale anticoagulante Pradaxa (dabigatran etexilato).

Il farmaco Pradaxa è un medicinale che contiene il principio attivo dabigatran etexilato. Esso blocca l'azione di una sostanza presente nell'organismo coinvolta nella formazione dei coaguli del sangue.

Pradaxa è stato autorizzato dal marzo 2008 è utilizzato per la prevenzione primaria di episodi  tromboembolici  per la prevenzione e la formazione di coaguli del sangue nelle vene a seguito di interventi di chirurgia per sostituzione del ginocchio o dell'anca o del ginocchio.

Dall'agosto del 2011, è anche autorizzato per la prevenzione di ictus e  embolia sistemica in pazienti adulti con fibrillazione atriale  non valvolare con uno o più fattori di rischio.

Ora però sia la FDA che l'Agenzia Europea per i Medicinali, in seguito a casi di sanguinamento fatali riportati in Giappone, hanno formulato delle nuove raccomandazioni per la valutazione della funzionalità renale dei pazienti che verranno sottoposti al trattamento o che sono già in trattamento con Pradaxa.

In sintesi: la funzionalità renale deve essere valutata in tutti i pazienti prima di iniziare la terapia con Pradaxa; Pradaxa è controindicato in pazienti con grave insufficienza renale; durante il trattamento deve essere valutata la funzionalità renale in quelle condizioni cliniche che lascino prevedere un declino della funzionalità renale stessa; la funzionalità renale deve essere valutata almeno una volta l'anno nei pazienti di età superiore a 75 anni o in pazienti con insufficienza renale nota.

Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" riferisce  che l'Agenzia Europea per i Medicinali è a conoscenza del recente interesse dei media determinato dai casi di sanguinamento  fatale nei pazienti trattati con Pradaxa. Il rischio di sanguinamento con farmaci anticoagulanti è ben noto. Le informazioni del medicinale Pradaxa, al momento della sua autorizzazione, hanno tenuto conto di tale nozione. Pradaxa è controindicato in una serie di condizioni  che comprendono anche  pazienti con  un  sanguinamento in corso, e pazienti con grave insufficienza renale. Inoltre, nei pazienti anziani dovrebbe essere usato con cautela ed a dosi più basse  come  nei pazienti con insufficienza renale moderata (a seconda delle indicazioni e delle circostanze). L'efficacia di Pradaxa, dimostrata negli  studi clinici, rimane invariata.

Infatti, viene raccomandato ai medici di controllare  la presenza di segni di sanguinamento e di interrompere la terapia nei pazienti che presentano un sanguinamento grave.

Ulteriori raccomandazioni e linee guida, sono state diffuse per garantire la sicurezza dei pazienti, indicando azioni da intraprendere per prevenire gli eventi avversi quale, chiamare il personale sanitario e cercare immediata assistenza se si percepiscono eventuali segnali o sintomi di sanguinamento tale come un:

- insolito sanguinamento dalle gengive

- frequente epistassi dal naso

- sanguinamento mestruale o vaginale con un flusso abbondante rispetto alla norma

- sanguinamento da non riuscire a controllare

- urina rosa o marrone

- coaguli rossi o neri (sembra catrame)

- tosse con sangue o coaguli di sangue

- vomito di sangue o vomito che assomiglia a fondi di caffè.

Lecce,  11 dicembre 2011  

                                                                                                                    Giovanni D'AGATA                

 



giovedì 8 dicembre 2011

Salute donne: pillola anticoncezionale come protezione dal cancro per le monache

 

Salute delle donne: ricercatori australiani propongono l'uso della pillola anticoncezionale come protezione dal cancro per le monache. L'idea è che la pillola anticoncezionale possa diventare somministrazione terapeutica per le suore.

 

Secondo uno studio di alcuni ricercatori australiani pubblicato su The Lancet  , guidati da Kara Britt della Monash University di Melbourne e Roger Stuart della University of Melbourne, se la Chiesa Cattolica mettesse la pillola a disposizione delle suore contribuirebbe in maniera significativa alla riduzione dei rischi di malattia che sono per loro, in quanto donne sotto il profilo biologico, analoghi a quelli di tutte quelle che, laiche e sposate,  nel corso della vita non hanno avuto figli.

Il voto di castità, preso da 95.000 suore cattoliche del mondo porta con sé un aumento di rischio per tumori al seno, delle ovaie e dell'utero che sono tutti i  più comuni nelle donne che non hanno figli.

È un problema che è riconosciuto da centinaia di anni. Nel 1713, il medico italiano Bernardino Ramazzini ha riferito che tra le  monache erano stati riscontrati alti tassi di cancro al seno.

Sotto il punto di vista medico le donne che non attraversano le fasi della gravidanza e dell'allattamento hanno più cicli mestruali nel corso della loro vita e ciò si traduce, statisticamente,  in un aumento del rischio di cancro. Gli autori dello studio hanno citato dati accreditati secondo cui la mortalità nelle donne che usano la pillola arriva fino al 12% in meno rispetto a quelle che non vi ricorrono, mentre il rischio di tumore alle ovaie e all'enometrio cala del 50-60% se si utilizza questo metodo contraccettivo.

La pillola ha sì altri possibili effetti collaterali, come il rischio di coaguli di sangue con la versione combinata estrogeni-progestinici, ma in una valutazione complessiva, secondo gli autori della ricerca, la Chiesa Cattolica dovrebbe rivedere la sua posizione ufficiale in tema di contraccezione, risalente al 1968, alla luce di questa ed altre considerazioni sanitarie. E poi, a ben leggere, il documento in questione emanato dalla Chiesa non considera illegali sistemi usati per curare malattie anche se questi hanno effetti contraccettivi.

Questo documento ha dichiarato che "la Chiesa in alcun modo per quanto riguarda come mezzo terapeutico illecito considerato necessaria per curare le malattie organiche, anche se essi hanno anche un effetto contraccettivo."

Secondo Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" l'istituzione ecclesiastica lo dovrebbe consentire come fece qualche anno fa, quando un teologo spagnolo propose di autorizzare all'uso del contraccettivo le suore impegnate in zone di guerra spesso soggette a stupro.

Lecce,  08 dicembre 2011                                                                            Giovanni D'AGATA  

 



mercoledì 7 dicembre 2011

Salute donne: farmaco Motilium o Domperidone, espediente di giovani madri per aumentare il latte al seno. Rischi per la salute.

Salute delle donne: il farmaco Motilium o Domperidone, è diventato l' espediente di giovani madri per aumentare il latte al seno, salvo che questo farmaco non è stato mai concepito per questo uso.

Secondo l' Afssaps puó avere effetti mortali.

 

Il domperidone (es. Peridon, Motilium) è un farmaco utilizzato per il trattamento dei disturbi a livello gastrointestinale, come difficoltà digestive, nausea, vomito.

Poiché fra i suoi effetti indesiderati vi è la capacità di aumentare la secrezione di prolattina, un ormone che stimola la lattazione, alcune donne che allattano assumono domperidone per incrementare la produzione di latte. Facendo seguito alle segnalazioni di questo impiego improprio, l'FDA (Food and Drugs Administration) ha raccomandato alle donne che allattano di non utilizzare il farmaco per tale indicazione che, in nessun paese, rientra fra le indicazioni autorizzate. Preoccupazioni sulla sicurezza del domperidone emergono infatti dalle segnalazioni di effetti indesiderati cardiaci (aritmie, arresto cardiaco e morte improvvisa) in pazienti trattati con il farmaco per via endovenosa.

Il domperidone viene escreto nel latte materno: per questo motivo è controindicato nelle donne che allattano per il pericolo di esporre il neonato a rischi non noti.

Anche l'Afssaps (l'agenzia francese per la sicurezza dei farmaci) ricorda che quest'uso del farmaco uso  è "Molto pericoloso per la madre ed è pericoloso per il bambino", aggiungendo: "c'è il rischio di morte improvvisa".

Per Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" bisogna intervenire rapidamente raccomandando alle giovani madri che l'allattamento è importante, ma assumere il farmaco in questione per aumentare la secrezione di prolattina, stravolgendo il suo utilizzo, è molto pericoloso. Nessuno studio scientifico è stato condotto sul tema e si ricorda che sulla scheda informativa, è scritto nero su bianco che questo farmaco non stimola l'allattamento, anche se è uno dei suoi effetti collaterali. Infatti, in alcuni casi estremamente rari, alcune donne, possono avere piccole montate del latte.

La responsabilità della prescrizione deve rispettare le indicazioni del prodotto: il prodotto è controindicato durante l'allattamento, questo significa che è pericoloso.

Lecce,  07 dicembre 2011  

                                                                                                                    Giovanni D'AGATA




--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

Legno in giardino


Il legno è un materiale molto adattabile a tanti utilizzi e viene sfruttato da secoli.
Oggigiorno vanno molto i mobili per arredo giardino in legno, in rattan, ferro e alluminio.
Il legno è sempre il materiale più caldo e naturale in ogni caso, molto versatile e che si usa per creare strutture legno come gazebi, pergolati, carport, garage, case in legno, panche, bacheche, recinzioni e tanto altro ancora.
Gli arredi vanno molto bene in giardino in estate, come ad esempio tavoli da giardino, sedie, poltrone, lettini, ma anche in inverno magari in una veranda, comode poltrone e divano con cuscini imbottiti.
Agri-legno è un 'azienda da anni nel settore che produce e vende mobili in legno di qualità, con sito e vendita on line, dove il cliente può comodamente scegliere i mobili che desidera e ordinarli e gli verranno recapitati a domicilio.
Il montaggio è facile ma se ce n'è bisogno un team di esperti sarà disponibile per l'installazione nel giardino.

martedì 6 dicembre 2011

Sauna Finlandese una meraviglia per il corpo


I finlandesi sono famosi per tante cose: per i denti, per il loro coraggio ed anche per la sauna finlandese

Anzi, secondo alcune fonti, sarebbe proprio la sauna finlandese uno dei motivi per cui i finlandesi sono così forti e resistenti alle malattie.

Si dice anche che sia proprio grazie alla sauna finlandese che i finlandesi siano riusciti a resistere al glaciale freddo russo, durante la seconda guerra mondiale.

In più la sauna è uno strumento per fortificare il corpo completamente naturale.

Ad esempio, la sauna finlandese a raggi infrarossi, non deve essere preriscaldata, perché sono i raggi infrarossi a svolgere questa funzione.

Vi ricordo che i raggi infrarossi sono prodotti naturalmente anche dal sole e dal nostro corpo e sono totalmente innocui per la nostra salute.

La sauna è ideale non solo per chi vuole perdere peso e tonificarsi, ma anche per chi soffre di allergie e vuole sottoporsi ad un'aroma terapia.

Vinci un biglietto per l'Excelsior alla Scala di Milano

Project Malawi, in partnership con Teatro alla Scala - LaScalaUNDER30, mette a disposizione 30 biglietti gratuiti per assistere a un evento straordinario sostenendo le attività di aiuto al Malawi.

Se hai meno di 30 anni, puoi essere il vincitore di uno dei 30 biglietti per l'Anteprima del balletto “Excelsior” al Teatro alla Scala di Milano il 18 gennaio 2012 alle ore 20.00.

Per partecipare, basta andare sulla pagina Facebook di “Project Malawi e LaScalaUNDER30” (http://www.facebook.com/projectmalawiunder30) e rappresentare la propria idea di progresso sociale.

Tra tutti i progetti caricati tra il 6 dicembre 2011 e il 9 gennaio 2012, i più votati vinceranno i 30 biglietti messi in palio per l’Anteprima del Balletto.

Excelsior

Mentre si profila all’orizzonte il nuovo secolo “tecnologico”, nel 1881 il sipario della Scala si apre per la prima volta su Excelsior che celebra il trionfo della Luce e della Civiltà sull’Oscurantismo. Dopo dieci anni dalle ultime rappresentazioni, il “ballo grande” torna in scena alla Scala e inaugura la stagione 2011/2012 con il balletto-simbolo dei fasti di un’epoca.
Al suo debutto nel 1881 Excelsior ebbe una folla di interpreti, oltre 500 comparse, e un successo strepitoso: solo nella prima stagione oltre 100 repliche, una serie interminabile di rappresentazioni in Italia e in tutta Europa, fino alla Russia e alle due Americhe.

Project Malawi

Project Malawi è programma nato nel 2005 per iniziativa di Intesa Sanpaolo e Fondazione Cariplo con lo scopo di contribuire nel lungo periodo al rilancio economico e sociale di uno dei 15 Paesi più poveri del mondo e maggiormente colpiti dall’epidemia di AIDS, in cui l'aspettativa media di vita è tra le più basse di tutta l'Africa, il 15% della popolazione è sieropositiva e 11 bambini su 100 nascono contagiati.

Project Malawi si basa sulla collaborazione tra grandi ONG operanti nel Paese e il Governo locale, come chiave per un processo sostenibile e durevole. L’Obiettivo è creare una barriera all’AIDS partendo dalla prevenzione della trasmissione del virus tra madre e figlio e affiancare all’azione sanitaria l’intervento integrato dei partner operativi del progetto nelle rispettive aree di competenza: nutrizione, assistenza agli orfani, prevenzione, sviluppo locale.
Per saperne di più www.projectmalawi.com.

domenica 27 novembre 2011

Regali romantici natalizi per lei, la mamma e la coppia



Il Santo Natale è una di quelle occasioni speciali nelle quali abbiamo l'opportunità di far parlare senza l'inutile paravento di tanti filtri il nostro cuore. Praticamente da sempre infatti per la ricorrenza natalizia è felice usanza scambiarsi dei doni, dei presenti e degli oggetti che riescano a raccontare i sentimenti che noi proviamo per gli affetti più cari e quindi anche durante l'ormai prossimo Natale 2011 ci ritroveremo a regalare e ad essere donati di oggetti preziosi, utili o significativi di emozioni.

Dato che l’atto di regalare qualcosa coincide con la volontà di donare un pò di noi stessi ad una persona è quindi importante scegliere degli articoli da regalo ad hoc, suggestivi, dei regali romantici o dei doni ispirati dal nostro spirito che possano in qualche modo far nascere sorrisi ed emozioni sui volti e nelle anime di chi li riceverà. A tale proposito l’azienda toscana Graffito3D propone a chiunque sia in cerca di regali di Natale affettuosi, particolari e sentiti una vasta gamma di cristalli personalizzabili nei quali far incidere con il laser foto, immagini, volti, ritratti e primi piani di persone care, familiari, genitori, affetti ed amori in 3D e in 2D.

Con il loro duplice valore oggettivo e simbolico i romantici regali personalizzati per Natale di Graffito3D vogliono raccontare un Universo di emozioni e di sensazioni che non è sempre facile descrivere a parole e riassumono nel lucente volume cristallino che li compone la storia di un affetto, di un amore o di un’amicizia con il preciso e splendente obbiettivo che possano durare per sempre.

Per questo motivo i cristalli in vendita online nel sito e-commerce dell’azienda possono essere dei regali natalizi e personalizzabili per ogni esigenza, dei doni suggestivi decisamente regalabili a tutti anche dal momento che i cristalli hanno varie forme e con ognuna di queste forme è possibile raccontare e dimostrare con precisione un particolare sentimento.

Ognuno dei nostri cuori ha tante cose da dire e Natale è proprio uno di quei momenti in cui dovremmo dargli voce in capitolo perchè lui conosce quello che proviamo ed è il solo ed unico depositario del prezioso valore dei sentimenti che noi proviamo verso la nostra dolce metà, i nostri familiari e i nostri amici.

Anti-eta': benessere e bellezza. Come fermare le rughe? Con una puntura d'ape.

Anti-età: benessere e bellezza. Come fermare le rughe? Con una puntura d'ape. Gli scienziati credono che il veleno presente nella puntura delle API può aumentare il collagene, la sostanza chimica che mantiene la pelle giovane e flessibile. Migliore alternativa al Botox

Essere punto da un'ape per farti sembrare più giovane?

Può non sembrare allettante, ma il veleno è stato salutato come trattamento del miracolo anti-età.

Gli scienziati hanno scoperto che può aumentare  il collagene, che dà alla pelle elasticità giovanile e la può rendere meno soggetta ai danni dei raggi solari.

Maschere contenenti il veleno d'api, sono state nel passato una moda passeggera delle celebrità, disponibili per anni solo in saloni di bellezza e Terme.

Ora, dopo 12 anni di ricerca, è in commercio il primo prodotto della cura della pelle che lo contiene.

La nuova gamma è stata ideata dallo scienziato coreano Dr Sang Mi Han per la compagnia di bellezza "Manuka" della Nuova Zelanda che sarà commercializzata nei negozi "Holland & Barrett "da lunedì.

E' questa, in sintesi, riferisce Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti", la prossima migliore alternativa in vasetto al botox  .

Una dei primi vip che si è sottoposto al trattamento è stata l'anno scorso Camilla, duchessa di Cornovaglia presso un salone di bellezza.

Il prodotto provoca un effetto consistente in un 'leggero formicolio' sulla pelle. Apparentemente la parte del corpo interessata al trattamento, reagisce come se fosse punta inducendo il sangue a confluire verso la zona interessata, stimolando la produzione di collagene e  di sostanze chimiche che si formano naturalmente come l' elastina che è una proteina costituente il tessuto connettivo che è elastica e permette a molti tessuti dell'organismo di tornare alla loro forma originaria al fine di mantenere la pelle tesa.

Il Dr Han, un ricercatore presso la National Academy of Agricultural Sciences della Corea del Sud, ha pubblicato la ricerca suggerendo che si possa anche accrescere il numero di cellule chiamate cheratinociti che si comportano come una barriera contro i fattori ambientali quali batteri, perdita d'acqua ed i danni dei raggi solari.

I cheratinociti sono il tipo cellulare più abbondante nell'epidermide. Essi sono presenti nello strato corneo, in quello spinoso ed in quello granuloso e costituiscono l'impalcatura dei vari strati dell'epidermide, ma con l'età la pelle cella perde nell'elasticità con la formazione di linee sottili e rughe.

L'esposizione al sole è una delle principali cause di rughe, perché la luce UV aumenta i livelli di proteine che sono responsabili della degradazione del collagene della pelle. Questo è ciò che determina la riduzione di elasticità della pelle.

Mentre per le api non c'è nessun pericolo, in quanto nessuna resta ferita durante l'estrazione del veleno che è raccolto utilizzando un dispositivo speciale che mantiene le API incolumi.

Una superficie di vetro speciale (nota come il collezionista) è posta a fianco dell'ingresso dell'alveare mentre una debole corrente elettrica viene immessa attraverso di essa, che attrae le API a pungere la classe delicatamente. Le API così non muoiono e rimangono illese.

Il veleno delle API è poi essiccato, raccolte e purificato per rimuovere qualsiasi impurità indesiderata come terra, polvere o polline.

Il veleno d'api è stato utilizzato in applicazioni mediche fin dai tempi antichi. Contiene inoltre una proteina chiamata APAMINA che accresce la produzione di cortisolo nelle ghiandole surrenali. L'apamina agisce anche come neurotossina che rilassa i muscoli e viene utilizzata in un trattamento di artrite chiamato apiterapia e per alleviare i sintomi della distrofia muscolare e la sclerosi multipla.

La terapia con veleno d'ape viene utilizzata da taluni come cura per i reumatismi ed i dolori articolari grazie alle sue proprietà anticoagulanti e anti-infiammatorie. Viene usata anche per desensibilizzare le persone allergiche alle punture degli insetti. La terapia con veleno d'ape può essere somministrata anche sotto forma di pomata sebbene potrebbe risultare meno efficace della somministrazione attraverso la puntura delle api vive. In omeopatia il veleno d'ape viene utilizzato per produrre il rimedio Apis mellifera.

Lecce,  27 novembre 2011                                                                                           Giovanni D'AGATA

 




--
Redazione del CorrieredelWeb.it
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 25 novembre 2011

Pelle. Chi si prepara all'abbronzatura e chi vuole la pelle chiara con relativi rischi

Pelle. Chi si prepara all'abbronzatura e chi vuole la pelle chiara con relativi rischi

Roma, 25 Novembre 2011. C'e' chi compra le creme per prossime giornate in montagna o per la settimana natalizia nei mari tropicali, per avere una abbronzatura come si deve e chi invece usa creme per "sbiancare" la pelle. Il fenomeno e' particolarmente presente in Francia tanto che l'Agenzia francese per la sicurezza dei farmaci (Afssaps) ha lanciato l'allarme e una campagna di informazione contro l'uso di "sbiancanti", come i corticosteroidi o l'idrochinone, composto nocivo, irritante e allergenico, oppure derivati del mercurio, fortemente tossici. Probabilmente la presenza di una numerosa popolazione di colore che usa tali prodotti, ha indotto l'Afssaps  ad avviare un'azione di informazione diffusa. Non sappiamo quanto il fenomeno sia presente in Italia ma e' pensabile che tale pratica e' presente anche nel nostro Paese. L'avvertenza e' chiara: l'uso di prodotti per le depigmentazione, contenenti corticosteroidi, idrochinone e mercurio, possono creare gravi danni alla salute
 

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it – Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606



sabato 19 novembre 2011

Aspartame, pericolo per le future mamme?

L'aspartame, il più noto dolcificante: è un pericolo per le future mamme?

 

Un nutrito gruppo di scienziati, ginecologi e pediatri francesi della rete di tutela della salute ambientale ha inviato una lettera al proprio Ministro della Salute, in occasione della giornata mondiale della nascite precoci che si è tenuta giovedì. I sottoscrittori della nota hanno chiesto all'onorevole Xavier Bertrand di adottare tutte le procedure possibili per allertare le donne incinte circa i rischi di parto precoce che sarebbero conseguenti al consumo di aspartame, il noto dolcificante utilizzato, per esempio nelle bevande cosiddette "light".

Gli scienziati basano il loro allarme su uno studio danese, pubblicato circa un anno fa che avrebbe accertato che la donna incinta che beve una lattina di una bevanda"light" al giorno in media, aumenta il rischio di nascita prematura del 27%. Ed ancor peggio, quattro lattine aumenterebbero il rischio del 78%.

Questi dati, giungono proprio quando alcuni studi statistici hanno stabilito che di anno in anno il numero di bambini prematuri continua ad aumentare: un rapporto a tal proposito è apparso lo scorso ottobre ed ha dimostrato che le nascite di prematuri sono aumentate dal 5,9% nel 1995 al 7,4% nel 2010 con un aumento globale del 15% negli ultimi 15 anni.

Il dottor Pierre Marès, primario del reparto di ginecologia ed ostetricia presso il CHU di Nîmes, intervistato da Europe 1 che ha diffuso la notizia, e firmatario della lettera al ministro, ha chiesto a quest'ultimo che sarebbe utile prendere una chiara posizione su questa informazione. A suo parere, un messaggio di prevenzione all'indirizzo delle donne incinte potrebbe ridurre i rischi di nascite precoci.

La rete di tutela della salute ambientale ha ricordato che diversi studi hanno confermato come le nascite premature sarebbero causa di gravi problemi per la salute dei bambini che sarebbero soggetti al doppio del rischio per il ritardo nello sviluppo e comunque a patologie quali l'autismo, le cui probabilità sarebbero moltiplicate per cinque, maggiori problemi all'apparato respiratorio, a una più elevata vulnerabilità ai germi infettivi e un rischio significativo di depressione alla nascita moltiplicato per 1,7 volte.

Da tutti questi elementi, gli scienziati ritengono, si legge testualmente nella lettera inviata al ministro Bertrand, "i dati scientifici sono sufficienti ad agire, cioè, per diffondere consigli di prudenza tra le donne incinte".

Tutto ciononostante lo scorso febbraio, gli esperti dell'autorità di sicurezza alimentare europea avevano per loro parte escluso qualsiasi rischio conseguente all'assunzione di aspartame.

Al di là di quest'ultimo autorevole parere, Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti"  ritiene comunque utile riportare all'attenzione dell'opinione pubblica e delle donne "in attesa" questa notizia, perché la limitazione nell'assunzione di bevande a base di dolcificanti durante la gravidanza  costituisce un piccolo sacrificio che si può tranquillamente chiedere alla propria alimentazione quotidiana, onde evitare anche il sospetto di conseguenze ben più pericolose per le madri e per i nascituri.

Lecce,  19 novembre 2011

                                                                                                                       Giovanni D'AGATA

 


giovedì 17 novembre 2011

Giardino e arredo per esterni


Il settore degli arredi da giardino va molto bene, anche se siamo in autunno ci sono sempre tantissimi prodotti da installare in giardino o in terrazzo.
In questa stagione inoltre si va bene a scegliere con calma i mobili da giardino dai cataloghi on line, come sul sito di Agri-legno o anche in negozio e decidere come si desidera arredare il proprio spazio all'aperto.
Sul sito di Agri-legno, un'azienda da anni nel settore, trovate tantissimi modelli di mobili in legno, in stile classico, moderno, retrò, minimalista, e in vari colori.
Il legno è un materiale naturale molto resistente, capace di stare all'aperto e oggi con i nuovi trattamenti cui viene sottoposto può restare esposto e non rovinarsi all'acqua e all'umidità.
Tra le strutture legno da installare in giardino ci sono senza dubbio i gazebo da terrazzo o giardino, strutture solide con pianta in appoggio su sostegni di metallo fissati nel terreno o con appositi piedistalli che li rendono stabili e sicuri per creare una comoda stanza all'aperto.

martedì 15 novembre 2011

Le donne ed il loro rapporto con la doccia


box doccia multifunzione
noi donne abbiamo un rapporto molto particolare con la doccia.

Infatti, quando una donna entra nel suo box doccia multifunzione lascia tutto il mondo fuori.

E’ come se lo scorrere dell’acqua lavasse via tutti i nostri pensieri.

Nelle culture orientali si dice che l’acqua purifichi.

Ed è fuori dubbio che una bella doccia rilassi chiunque.

Se poi a tutto questo si aggiunge il piacere dell’idromassaggio e di un bel massaggio ai piedi (funzionalità che hanno alcuni box doccia)

Allora si può affermare con certezza che una donna si trova nel proprio paradiso terrestre.

Vedete? Per essere felici a volte basta poco.

Proprio perché la doccia ha un forte potere rilassante è consigliabile farla la sera prima di andare a letto per liberarsi di tutti i cattivi pensieri della giornata.

E magari dopo la doccia bersi una bella tisana a base di tiglia e passiflora.

Dopo questa piccola ma sacrosanta routine quotidiana un buon riposo è assicurato.

Molti adorano fare la doccia insieme al proprio partner ma (dal mio punto di vista) al di là del gioco erotico, la doccia è un sacro momento che noi donne dovremmo vivere e condividere solo con noi stesse.

Infatti si tratta di uno dei pochi momenti in cui noi abbiamo l’opportunità di dedicare qualche attimo solo a noi stesse.

lunedì 14 novembre 2011

Droghe nei capelli dei bambini figli di tossicodipendenti

Minori a rischio. Abusi da genitori tossicodipendenti. Rilevate cocaina e altre droghe nei capelli dei bambini

 

Riparte dalla Germania un dibattito su un problema gravissimo che riguarda anche la nostra società: quello dei minori a rischio figli di genitori tossicodipendenti.

Il dibattito che ci auguriamo possa essere da stimolo anche per il nostro Paese dove situazioni analoghe si continuano a verificare in migliaia di famiglie disagiate, rinasce dopo che nella città di Brema un bambino di appena un anno d'età era giunto in ospedale con il cranio fratturato dopo essere stato trasportato dalla madre che aveva sostenuto come lo stesso fosse caduto dal divano. I medici del pronto soccorso, sin da subito, non avevano creduto sulla versione fornita dal genitore ed avevano provveduto a sottoporre il piccolo ad alcune analisi specifiche tra cui l'analisi del capello scoprendo residui di cocaina. La cosa sorprendente che anche la sorellina di tre anni presentava anch'ella tracce di droga nei capelli. Si era scoperto, quindi, che i bambini provenivano da una famiglia di tossicodipendenti.

Quest'ennesima storia di violenza familiare ha fatto ritornare la città di Brema al 10 ottobre 2006 quando un evento ancor più tragico aveva visto il decesso del piccolo Kevin, bimbo di appena due anni e mezzo d'età, morto a seguito dei maltrattamenti da parte dei due genitori entrambi tossicodipendenti in forma acuta. Anche in quell'occasione, furono rinvenute tracce di droghe nei capelli del bimbo.

L'autorità che si occupa di assistenza sociale a Berna ha cercato di documentare tutti i casi analoghi partendo dall'analisi del capello dei minori figli di genitori tossicodipendenti ed ha stabilito che su 88 bambini sottoposti a questo tipo di screening riguardo a casi sospetti, ben 69 sono risultati positivi e di questi a seguito di apposite procedure ben 13 sono stati allontanati dalle famiglie d'origine ed affidati ad altri.

Eroina, cocaina, cannabis o metadone: in generale tutte queste droghe sono stati ritrovate nei capelli dei bambini se gli adulti ne avevano assunto alcuno di questi tipi. Come siano stati "contaminati" se attraverso il contatto con la pelle dal sudore dei genitori o per un uso effettivo questo i campioni non lo possono dire.

In Germania il dibattito ha portato ad un'ampia discussione politica tra le forze moderate e progressiste per cercare di trovare una soluzione condivisa per impedire che casi analoghi si verifichino e per prevenire che il disagio familiare amplificato dalla tossicodipendenza dei genitori possa portare a conseguenze più tragiche per i figli anche perché la discussione ha focalizzato l'attenzione sulla quantomai ovvia circostanza che nessun tribunale convaliderebbe l'allontanamento coattivo del minore dalla famiglia solo sulla base dell'analisi del capello.

Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti" per tali ragioni s'interroga sulla possibilità d'inserire, attraverso un provvedimento legislativo che contemperi tutte le necessità di garanzie a tutela della potestà dei genitori e dello stesso ambiente familiare ma dall'altra la salute psicofisica dei minori, l'obbligo dell'analisi del capello per i minori per tutte le situazioni sospette che dovessero pervenire nei pronto soccorso o all'attenzione degli assistenti sociali, chiaramente previa convalida dell'autorità giudiziaria competente.

Lecce,  14 novembre 2011

                                                                                                                       Giovanni D'AGATA

 



sabato 12 novembre 2011

Salute: acqua di cocco per ridurre pressione arteriosa

 

Salute: l'acqua di cocco riduce la pressione arteriosa

Uno studio pubblicato dal Medical Journal ha dimostrato che l'acqua di cocco e il mauby (una bevanda tropicale a base di corteccia di un albero spinoso) sono efficaci nel trattamento dell'ipertensione.    Mentre i medici possono essere veloci a scrivere una prescrizione per il farmaco per la pressione arteriosa, se i numeri sono un po' alti, la ricerca mostra come l'acqua di cocco è un rimedio naturale molto efficace per ridurre la pressione sanguigna nei pazienti con ipertensione. I ricercatori hanno testato la pressione del sangue di 28 persone per due settimane senza trattamento, e poi ancora per due settimane durante il trattamento.  I partecipanti sono stati divisi in quattro gruppi: un gruppo di controllo ha ricevuto solo acqua imbottigliata potabile, un gruppo ha ricevuto l'acqua di cocco, uno ha ricevuto il mauby, e l'ultima è stata data una combinazione di acqua di cocco e mauby.  Ogni partecipante ha bevuto circa 10 grammi di loro formula assegnato due volte al giorno. Anche se è facile capire la differenza tra acqua potabile e acqua di cocco o mauby, nessuno dei partecipanti sapevano esattamente cosa stavano bevendo o che le bevande potevano avere un effetto sulla loro pressione sanguigna.  I risultati hanno rivelato risultati interessanti.  Nel gruppo di acqua di cocco, il 71 % dei partecipanti ha mostrato una marcata riduzione della pressione sanguigna sistolica e il 29 % ha mostrato una significativa diminuzione della pressione diastolica.  I gruppi che hanno bevuto il mauby o la combinazione di acqua di cocco e mauby hanno mostrato un miglioramento significativo.  Il gruppo che ha bevuto l' acqua potabile normale in realtà ha mostrato un aumento della pressione sistolica nel 57 % dei partecipanti, con nessun cambiamento significativo della pressione diastolica. 

Secondo Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti", questi risultati possono essere spiegati dai contenuti unici nutrizionale dell' acqua di cocco. Per esempio, coloro che abitualmente fanno attività sportiva, sono a conoscenza che bere una bibita isotonica può facilitare il recupero di quanto è stato perso svolgendo sport. Esistono molte alternative in materia e spesso non è facile orientarsi e scegliere la soluzione migliore per il nostro corpo. Alcuni preferiscono acquistare le bevande isotoniche che si trovano sugli scaffali della grande distribuzione, altri, invece, preferisconono rivolgersi a rivenditori specializzati, altri ancora si preparano da sé le proprie bibite isotoniche, altri, infine, si affidano a prodotti naturali.

Una di queste bevande è proprio l'acqua di cocco, ossia quella che si trova dentro il frutto appena aperto, ancora verde, in quanto essa è ricca di potassio, magnesio, calcio, sodio e zuccheri. Ma attenzione: non dovete chiedere le noci di cocco, quelle che normalmente si trovano in vendita nei negozi da tanti anni, per due ordini di motivi: primo perché l'acqua si ricava dalla noce verde quindi non è quella che si trova nelle noci di cocco (ossia quelle che noi conosciamo, con la scorza dura e legnosa, ricoperti dalla cosiddetta "barba", che si trovano attualmente in commercio); secondo perchè la stessa FAO suggerisce, come alternativa naturale alle bevande isotoniche normalmente in commercio, l'acqua di cocco in quanto essa può essere imbottigliata con un procedimento codificato e controllato. Purtroppo non è facile reperire sui nostri scaffali l'acqua di cocco, ma se qualcuno di voi dovesse trovare acqua di cocco in bottiglie o confezioni in tetra bric ci faccia pure sapere dove, in modo da far circolare l'utile informazione tra gli interessati.

Lecce,  12 novembre 2011

                                                                                                                      

Giovanni D'AGATA

 


giovedì 10 novembre 2011

Minori e genitori: i bambini hanno maggiori probabilità di avere problemi emotivi e comportamentali se i loro padri sono depressi.

 

I bambini hanno maggiori probabilità di avere problemi emotivi e comportamentali se i loro padri sono depressi.

Nel primo studio del suo genere, la salute mentale dei padri ha dimostrato di influire sul comportamento dei bambini. Le ricerche sinora avevano già collegato la depressione materna alle emozioni dei bambini

 

L'effetto della depressione della madre su suoi figli è una area della psicologia ben documentata e nota.

Ma sino ad ora, non era stato realizzato nessuno studio formale sull'influenza che la depressione di un padre può avere sui suoi figli anche se secondo, Giovanni D'Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale "Tutela del Consumatore" di Italia dei Valori e fondatore dello "Sportello dei Diritti", eravamo già tutti consapevoli che i comportamenti dei genitori di entrambi i sessi influenzano comunque la salute psicofisica dei proprio figli

Uno studio americano pubblicato proprio ieri, ha però dimostrato statisticamente su un campione amplissimo e per un congruo periodo di tempo di monitoraggio, che i bambini che vivono con un padre che ha problemi di salute mentale e depressione hanno maggiore probabilità di problemi emotivi e comportamentali.

Gli autori di questo studio hanno osservato un campione rappresentativo a livello nazionale di quasi 22.000 bambini in quattro anni.

Il team, guidato dal dottor Michael Weitzman del Langone Medical Center della New York University, ha rilevato che l'11 % dei bambini con padri depressi aveva problemi emotivi e comportamentali.

Per i bambini senza genitori depressi, la cifra riguardava solo il sei per cento, mentre la probabilità per un bambino di una madre depressa si alzava sino al 19 %.

Ben uno su dieci americani adulti è affetto dalla depressione, che può essere trattata anche a livello familiare, ma cifre analoghe si hanno in tutti i paesi sviluppati.

Si ritiene che la depressione colpisce le modalità con cui il genitore interagisce con il proprio figlio, a sua volta contribuendo ad influenzare il comportamento del bambino.

Infatti, sale al 25 per cento, la possibilità di avere bambini con disturbi comportamentali se entrambi i genitori manifestano la depressione.

Parlando dei risultati dello studio, il dottor Weitzman ha detto al programma "Good Morning America" che lo studio è assai importante perché è il primo del suo genere ed ha sostenuto l'importanza dei trattamenti psicologici sui genitori che potrebbero avere un effetto positivo sui loro figli.

Lo studioso ha precisato che i padri depressi spesso non riescono a percepire l'impatto che hanno sulle proprie famiglie e sulle vite dei propri bambini e che per tali ragioni spetta agli operatori sanitari cercare di concepire servizi clinici che identificano i padri affetti dal "male di vivere".

Gli autori sperano che lo studio contribuirà ad un trattamento più efficace dei padri depressi e una migliore preparazione per gli operatori sanitari.

Lecce,  9 novembre 2011

                                                                                                                       Giovanni D'AGATA

 



mercoledì 9 novembre 2011

Alimentazione: i cavoli. Un ortaggio di stagione

Alimentazione: i cavoli. Un ortaggio di stagione

Roma, 9 Novembre 2011. Sara' perche' i bambini nascono sotto il cavolo
o l'espressione "fatti i cavolo tuoi" e' piuttosto diffusa, questo
ortaggio ha sempre suscitato curiosita'. Evidentemente il cavolo
(Brassica oleracea) e' legato all'attivita' sessuale visto che Catone
ne consigliava l'uso per curare l'impotenza sessuale. Ne esistono piu'
di 400 varieta' (cavolo nero, cappuccio, verza, comune, orientale,
cavolini, cavolfiore, ecc.) diffuse in ogni parte del mondo per la
grande capacita' di adattamento e perche' nei periodi invernali e' una
delle poche verdure naturalmente disponibili. E' ricco in vitamina A,
C, acido folico, fosforo, calcio, ferro e potassio. E' considerato un
antitumorale per eccellenza per cui viene vivamente consigliato come
preventivo. Ha proprieta' antianemiche, cicatrizzanti, emollienti,
diuretiche, depurative, vermifughe. Il cavolo è utilizzato anche nei
prodotti di bellezza: combatte l'acne, le scottature solari e aiuta
contro le screpolature della pelle. Ma un problema c'e' perche' i
cavoli sono ricchi di particolari sostanze, i tiocianati, che
interferiscono con l'assorbimento dello iodio in persone che hanno
problema di funzionalita' tiroidea. L'altro aspetto e' l'odore
sgradevole che si produce quando si cuociono. Infatti, i tiocianati si
decompongono formando diversi composti maleodoranti e piu' si procede
nella cottura maggiore risulta la produzione di queste sostanze. La
soluzione? Cuocere di meno la verdura cosi' si ottengono due
risultati: meno odori sgradevoli e minor perdita di sostanze
nutrienti.

Primo Mastrantoni, segretario Aduc

COMUNICATO STAMPA DELL'ADUC
Associazione per i diritti degli utenti e consumatori
URL: http://www.aduc.it – Email: aduc@aduc.it
Ufficio stampa: Tel.055290606

martedì 25 ottobre 2011

Come Stare alla Larga dal Cioccolato

Gli spuntini tra un pasto e l’altro sono delle cose davvero micidiali in termine di grassi e calorie superflue, che ci portano sovente a contravvenire a ciò che ci eravamo preposti in termini di dieta e ad ignorare i consigli che si erano accuratamente richiesti a medici e dietologi specializzati. Se si desidera tenere a bada il proprio istinto, forse ci sono dei trucchi che si possono adoperare al fine di mantenere alcune tentazioni alla larga o quanto meno a debita distanza per un po’.

Prendendo ad esempio una comunissima barretta di cioccolato, è sufficiente metterla nel frigorifero per riuscire ad ottenere un effetto diverso rispetto al solito, rimanendo bella come belen nel suo video. Mantenendola all’interno di un luogo freddo infatti, si finisce con il renderla più dura e difficile da mangiare, perciò se si desidera ugualmente affondare i denti nella tavoletta di cioccolato, ci vorrà più tempo per farlo e si avrà la tentazione di averne mangiato di più. Questo può apparire un semplice trucco, forse inefficace, ma in moltissimi casi si è rivelato utile perché l’indurimento provocato dal freddo rallenta la masticazione del cioccolato, riducendo anche la nostra voglia di consumarlo interamente, facendo evitare un eccessivo consumo di cioccolata.

sabato 22 ottobre 2011

Dieta a base di carni bianche

La carne bianca è molto più salutare della carne rossa, per questo motivo è particolarmente indicata nel caso in cui voi decidesse di scegliere una dieta per dimagrire proteica.
Infatti, mentre è consigliabile mangiare la carne rossa non più di due volte alla settimana, la carne bianca teoricamente si potrebbe mangiare anche tutti i giorni.
Ovviamente sarebbe preferibile basare la propria dieta proteica non solo sulla carne bianca, ma anche sulle verdure.
Così facendo si avrà una dieta proteica basata su un mix di proteine vegetali ed animali.
Ovviamente è consigliabile consumare carni bianche di origine controllata.
Infatti, il rischio nel consumare la carne degli animali di allevamento consiste nel fatto di mangiare tutti gli ormoni e gli antibiotici di cui si sono nutriti gli animali di allevamento.
Insomma, se conoscete l'allevatore e sapete cosa da da mangiare ai suoi animali è decisamente meglio.
Lo stesso discorso vale per le verdure, che spesso sono imbottite di ormoni e di pesticidi.
E' inutile dirvi che le diete proteiche generalmente permettono il consumo di un piatto di pasta alla settimana (preferibilmente a pranzo).

mercoledì 19 ottobre 2011

Allenarsi per Dare il Turbo al Metabolismo

Proprio come una macchina ha bisogno della benzina per andare avanti, il nostro corpo ha bisogno di zuccheri nel sangue(il glucosio). Quando aumentiamo l'attività fisica il nostro zucchero nel sangue diminuisce, questo porta il metabolisimo a trasformare il grasso in energia per il nostro corpo.

Il motivo giusto per svolgere attività fisica? Vuoi avere il corpo come le attrici? (A proposito, hai saputo dello scandalo del video belen?)
L'esercizio svolge un ruolo importante nel mantenere un corpo sano, e rende possibile la diminuzione di calorie e la perdita di peso e grassi, senza morire di fame e rallentare il metabolismo. Ma non pensate che l'attività fisica sia l'unico modo per perdere peso.
Bisogna mangiare cibi sani ed esercitarsi regolarmente, per mantenere una buona salute. Il tuo corpo diminuirà i grassi e il peso calerà in modo naturale ed automatico.
Categorie di esercizi
L'esercizio fisico è spesso diviso in due categorie, quello aerobico, chiamato anche allenamento cardiovascolare, o semplicemente cardio, ti fà respirare di più ed aumentare la frequenza cardiaca. Eseguito su base regolare, come con la corsa e il nuoto, migliora la tua capacità respiratoria(polmoni) e il sistema circolatorio(cuore e vasi sanguigni).
Allenamento di forza, o anche di resistenza, aumenta la percentuale di muscoli nel tuo corpo. Questo può essere per esempio il sollevamento pesi. Il muscolo è un tessuto metabolicamente attivo, quindi più sei muscoloso, piu alto sarà il tuo metabolismo.

martedì 18 ottobre 2011

Wedding Planner Undicizero3 Studio Milano






Undicizero3 è uno studio Wedding Planner che organizza matrimoni a Milano e provincia.Lo studio effettua servizi di Wedding Planning completo o di consulenza sui singoli aspetti del matrimonio.Visita il sito, sfoglia la galleria dei loro matrimoni e leggi gli articoli del Blog!

Undicizero3 si trova a Milano, in Ripa di Porta Ticinese 97/b, 20143

Tel: 02 3981 1152
Email: staff (chiocciola) undicizero3.it

Sito Undicizero3 Blog Undicizero3

giovedì 13 ottobre 2011

Dritte per Studenti per Dimagrire Velocemente

In questo post trattiamo un argomento molto popolare tra gli studenti universitari, dimagrire velocemente. Purtroppo il problema inizia fin dalla prima infanzia e diventa un problema difficile per gli adolescenti e in seguito per gli studenti universitari. Abbiamo già fornito diversi suggerimenti circa la perdita di peso per gli adolescenti in un precedente post e in questo post ci concentriamo su ciò che gli studenti universitari possono fare per perdere peso o per lo meno di non avere chili di troppo.

1. L' ESERCIZIO DI MATTINA È PIÙ EFFICACE.

Gli studenti universitari sono tra quelle persone che possono godere delle loro mattinate specialmente quando non hanno lezione la mattina presto. Si tratta di un fatto scientifico che se ci si allena al mattino appena svegli (a stomaco vuoto) si avranno risultati migliori. Fai una colazione ideale, vedrai come migliori!

2. SALVA CALORIE SALTANDO GLI SPUNTINI DI NOTTE

La prima parte del vostro piano di dimagrimento è quello di fare eserzio la mattina con lo stomaco vuoto e la seconda parte è quella di non mangiare a tarda notte.

3. TENERE GLI SPUNTINI PIENI DI GRASSI LONTANO

Se davvero si vuole perdere peso, allora si deve essere pronti a fare alcuni sacrifici. Questo significa che si deve ridurre il consumo di snack che sicuramente piacciono, ma sono pieno di calorie e grassi. Gli esempi includono gelati, caffè, creme, muffin, cocktail alcolici e dolci.

4. I FRUTTI AIUTANO A PERDERE PESO

Sapete già che la frutta e la verdura sono importanti per perdere peso.

5. FARE DI PIÙ CON MENO SFORZI

Perdere peso non è solo fatica ma è anche metodo. Quando si cerca di perdere peso è necessario conoscere i modi adeguati per farlo. Non si tratta di non mangiare nulla, ma di mangiare meno e più frequentemente. Quindi, per ottenere dei buoni risultati bisogna dimenticare i classici 3 pasti principali e iniziare a mangiare meno ogni 3-4 ore. Assicurarsi di iniziare la giornata con una buona colazione (subito dopo la sessione di allenamento), e quindi provare a mangiare qualcosa ogni 3-4 ore. Questo manterrà il vostro stomaco occupato e poco a poco questo modello migliora il metabolismo. Una volta raggiunta questa fase tutto il resto sarà più semplice e veloce.

Problema Dimagrire? Dieta e Palestra

In realta' dimagrire velocemente e' sbagliato per piu' motivi. Perdere peso rapidamente infatti significa sottoporre il nostro organismo commercial uno stress esagerato ed avere smagliature, che non sono belle per nessuno.

In aggiunta a quanto detto, un dimagrimento veloce puo' portare un effetto a yoyo che vuol dire riprendere molto velocemente il peso perso. Cio' perche' per dimagrire davvero dobbiamo cambiare a piccoli passi il nostro modo di mangiare e quindi la nostra nutrizione se no non rimuoveremo mai i kili di troppo che tanto odiamo.

Dunque consiglio vivamente di mettere in atto un'alimentazione corretta che sicuramente riserva la dieta mediterranea. Eppure decidersi a prepararsi a una dieta non e' abbastanza: bisogna effettuare molta palestra intensa seguita anche da esercizi per dimagrire. Infatti la ginnastica e' molto importante non solo quando ci stiamo accingendo a mangiare di meno e metterci a dieta, ma anche per la salvaguardia del peso raggiunto che e' sempre la cosa piu' faticosa da conseguire.

Perdere chili nel modo esatto vuol significare che bisogna intuire che la nostra perdita di chili deve esserci per una concreta esigenza del nostro organismo e questo esige il tempo che ci vuole e non e' assolutamente una cosa veloce e facile. Ovviamente ogni individuo ha il proprio organismo e una tempistica piu' o meno dissimile a seconda dei casi.

domenica 9 ottobre 2011

Rivoluziona la tua linea con Re-code! Scopri tutto su Amicafarmacia

Amicafarmacia, nata nel 2005, è oggi fortemente affermata in rete e molto apprezzata dagli utenti del web.
Sul sito, che offre un catalogo ricco ed aggiornato, è possibile consultare, paragonare e acquistare i tantissimi prodotti tutti suddivisi in categorie e accuratamente selezionati da uno staff di farmacisti tra le migliori marche italiane ed internazionali.

L'ultima novità proposta da Amicafarmacia sono i prodotti della linea ZUCCARI, leader nel settore della salute e della cosmesi naturale.

Uno dei preparati più innovativi è Zuccari Re-code, un prodotto slimming capace di rivoluzionare completamente il panorama degli integratori alimentari.

Amicafarmacia permette di acquistare ad un prezzo davvero speciale Zuccari Re-code, i cui ingredienti svolgono individualmente molteplici attività:

- DRENANTE
- DEPURATIVA
- ANTIOSSIDANTE
- ELASTICIZZANTE DELLA PELLE
- REGOLATRICE DEL TRANSITO INTESTINALE
- BILANCIATRICE DEGLI EFFETTI ORMONALI
- SUPPORTO PRIMA E DURANTE LA MENOPAUSA
- SINERGIA PER RIMANERE IN FORMA

martedì 4 ottobre 2011

Moda tendenze Autunno-Inverno 2011-2012

Se siete delle appassionate di moda e di sfilate e volete essere aggiornate sulle ultime novità proposte dalle passerelle per la stagione Autunno/Inverno 2011-2012, per chi vuole iniziare uno dei corsi fashion design, date un’occhiata a questa guida.
Abbiamo deciso di raccogliere le tendenze più eccentriche ed interessanti che domineranno il mercato nei prossimi mesi, condizionando anche le scelte di stile di numerose fashion-victims mai stanche di fare un nuovo acquisto fashion.

1. Il capo in pizzo. Il pizzo torna a farla da padrone non solo nell’intimo ma anche nell’abbigliamento di tutti i giorni. Seducente e malizioso, il pizzo non deve mancare nel vostro guardaroba per l’anno nuovo.

2. Le frange. Il look country-chic non è mai stato così “in” come quest’anno e le frange sui capi all’ultima moda dei maggiori stilisti ne sono un chiaro segno.

3. Il trench. Se c’è un capo che assolutamente non potete esimervi dall’acquistare quest’inverno, questo è il trench. Elegante e sportivo, scuro o colorato, il trench dovrà accompagnarvi per tutta la stagione fredda.

4. Le zeppe vertiginose. Dagli anni ’70 ad oggi poco è cambiato in fatto di scarpe. Le zeppe sono tornate di nuova in voga e la loro fama non accenna a diminuire. Prendetene atto.

5. La borsa extra-large. La borsa XL è l’accessorio da non perdere per la stagione fredda 2011-2012. Tutti i migliori designer ne offrono una loro interpretazione quindi non vi resta che scegliere quella che preferite.

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI