Cerca in Tutto Donna

venerdì 27 febbraio 2015

Dado Carne Bauer. Tutto il buono della cucina tradizionale in un piccolo grande cubetto

Dado per brodo di carne Bauer


Tutto il buono della cucina tradizionale, in un piccolo grande cubetto!

 
Il termine "tradizionale" richiama sempre bellissime sensazioni, perché parla di storia e ci tiene legati alle nostre origini. 
Quando entriamo in cucina e sentiamo il profumo di un piatto che ci è familiare, tornano alla memoria momenti di vita, la nostra mamma che prepara delizie per le persone che ama, i pranzi conviviali... 

Allora il nostro cuore si riscalda e ci viene subito un grande appetito.
Quale miglior alleato, se non il Dado Carne Bauer, per invogliare amici e parenti a gustare una ricetta all'insegna della tradizione?
Piccolo, compatto, ma grande in cucina!
Pratici e versatili, i Dadi Carne Bauer sono preziosi alleati in cucina: nella preparazione veloce di un brodo squisito da utilizzare in tante ricette, ma anche utilizzati come insaporitori di minestre, sughi e ragù, o per dare quel tocco in più a stuzzicanti piatti di carne.
Dado Carne Bauer... Appetitoso, equilibrato e
naturale!
Nei Dadi per Brodo Carne Bauer le verdure più buone sono combinate con un prezioso estratto di carne di prima qualità in un delizioso accostamento. Grazie alla particolare lavorazione, lenta e delicata, e all'aggiunta di proteine vegetali e sale iodato, i Dadi Carne Bauer garantiscono un gusto corposo ma naturale.
I Dadi Carne Bauer devono il loro sapore appetitoso all'estratto di carne magra di prima qualità, accuratamente selezionata e controllata; inoltre la presenza di verdure dell'orto come carota, aglio, cipolla, sedano, patata e prezzemolo, e l'aggiunta di proteine vegetali di soia e mais, assicurano un gusto equilibrato, per una composizione leggera e digeribile.
I Dadi Carne Bauer non sono soltanto buoni, ma anche attenti al benessere del consumatore: sono senza glutammato monosodico aggiunto, senza grassi idrogenati, senza glutine, senza lattosio e preparati utilizzando sale marino iodato anziché sale comune.

Modalità d'uso

Per ottenere un gradevole brodo sciogli un dado in 500ml di acqua (per 2/3 porzioni) e fai bollire un paio di minuti. Il prodotto può inoltre essere aggiunto ai cibi nel corso della cottura e nella quantità desiderata, per arricchire ed esaltare il sapore di minestre, minestroni, sughi, ragù, carni, risotti, uova, ecc.
Ingredienti
Estratto per brodo di proteine vegetali di soia e di mais, sale iodato, olio vegetale (palma) non idrogenato, verdure disidratate in proporzione variabile (cipolla, carota, sedano, prezzemolo, pomodoro, aglio, porro, patata): 5%, estratto di carne: 3%.
Il prodotto teme l'umidità ed ogni fonte di calore. Conservare a temperatura ambiente.
Tabella Nutrizionale
Informazioni Nutrizionali
100 g
Valore energetico
Kcal 218
Kj 906
Proteine
g 14
Carboidrati
 - di cui zuccheri
g 6.9
g 2.8
Grassi
 - di cui saturi
g 14.5
g 8.8
Vuoi ricevere comodamente a casa tua il Dado Carne o altri prodotti Bauer? Basta visitare il sito www.bauer.it dove è attivo il nuovo e-shop. Grazie alla modalità Carrello, sarà possibile effettuare acquisti in tutta tranquillità, modificando gli articoli scelti in qualsiasi momento, prima di procedere al pagamento.
Acquistare i prodotti Bauer su e-shop è pratico, veloce e sicuro: una volta completato il tuo acquisto, riceverai la merce in 24/48 ore... per avere il gusto in tavola ogni giorno!
Prezzo indicativo
Dado Carne, astuccio da 60 gr,  1.87 €


Ecco una ricetta tradizionale dell'Umbria, realizzata dallo Chef Peter Brunel con il Dado Carne Bauer

MINESTRA DI FARRO UMBRA
Ingredienti:
1 Dado Carne Bauer, 250 g. farro bagnato, 1 osso di prosciutto, 200 g. pomodori maturi, 50 g. carota, 100 g. sedano, 100 g. cipolla, 50 g. pecorino grattugiato, 3 l. brodo.

Preparazione:
1. Bollire in acqua l'osso per 25/30 minuti.
2. Schiumare e unire i pomodori, la carota, il sedano e la cipolla e cuocere per altri 40 minuti.
3. Filtrare il brodo e riportarlo in ebollizione. Aggiungere il farro bagnato e lavato.
Cuocere per altri 30 minuti.
4. Servire con pecorino grattugiato.

Scopri le altre video ricette sul canale Youtube di Bauer e sul sito web www.bauer.it!

CONAD: insieme, per le donne. Una solidarietà fatta di 380 mila braccialetti

In occasione della ricorrenza dell'8 marzo, Conad sostiene le donne detenute e le donne che subiscono violenza con un'iniziativa solidale legata a braccialetti sartoriali confezionati in carcere. 

Per aiutarle a reinserirsi nella società e migliorare il loro futuro.




Bologna, 27 febbraio 2015 – Un braccialetto Made in carcere per offrire una concreta opportunità di sostegno alle donne che vogliono lasciarsi alle spalle un passato difficile.
E' quello che esce dalle sartorie degli istituti di pena italiani e che diventa uno strumento per contribuire anche alla lotta contro la violenza alle donne. 
Un braccialetto non solo da indossare, ma che fa del bene ad altre persone.

Conad celebra in modo diverso dal solito la ricorrenza della Festa della donna e promuove, a partire dal prossimo 2 marzo, la vendita di 380 mila braccialetti sartoriali realizzati in materiale lycra riciclata e confezionati nelle carceri femminili da Officina Creativa per dare continuità al proprio impegno sul tema della sostenibilità e devolvere una quota del ricavato all'associazione DiRe - Donne in rete contro la violenza, a cui aderiscono 70 centri antiviolenza presenti in tutta Italia. 

Centri in cui le donne che hanno subito violenza sono aiutate a superare il loro dramma personale grazie all'accoglienza telefonica, ai colloqui personali, all'ospitalità in case rifugio e a numerosi altri servizi messi a loro disposizione.

Attraverso il marchio Sigillo, nato nel 2009, il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria certifica la qualità e l'eticità dei braccialetti e di tutto ciò che è realizzato all'interno delle sezioni femminili di alcuni istituti penitenziari coordinando lo sviluppo di un'imprenditorialità femminile. 

Attraverso un modello di economia sostenibile che fa dialogare tra loro i laboratori sartoriali che operano a livello nazionale nelle carceri, alle detenute è offerta una concreta opportunità di reinserimento nella vita sociale, perché imparano un mestiere e percepiscono un regolare stipendio.

Da oltre quarant'anni Conad mette in pratica valori consolidati quali l'impegno sociale, il dialogo con le comunità, la condivisione delle loro necessità: un impegno solidale che trova sintesi nel sostegno a progetti nazionali e internazionali.

"Vogliamo celebrare la giornata dell'8 marzo non limitandoci al gesto di donare la mimosa, bensì offrendo alle donne più deboli – che vivono l'esperienza del carcere o hanno subito violenza – una concreta opportunità di chiudere con un passato difficile e contribuendo a migliorare il loro futuro", dichiara l'amministratore delegato di Conad Francesco Pugliese

"Una sensibilità, quella verso la condizione delle donne, che si rispecchia anche nella nostra struttura. Sono anni che la solidarietà praticata ha un ruolo di primo piano in ciò che facciamo: i nostri clienti sono sensibili su questo tema e ci seguono nelle iniziative che proponiamo. I risultati che otteniamo ci spingono a fare sempre di più".

"Una scommessa difficile, certo, ma la vitalità di questo progetto ha ricevuto numerose adesioni da parte delle direzioni di istituti penitenziari e delle cooperative sociali operanti nel settore del tessile", fa notare il vice capo vicario del Dipartimento amministrazione penitenziaria Luigi Pagano. "Ad oggi sono oltre 15 gli istituti in cui il progetto Sigillo ha attivato laboratori sartoriali, grazie a un importante lavoro di collaborazione tra le cooperative promotrici dell'iniziativa, le eccellenze dell'imprenditorialità italiana e tutte quelle realtà penitenziarie territoriali che, mettendosi in gioco, offrono alle donne detenute coinvolte nel progetto nuove opportunità di crescita e di valorizzazione delle proprie capacità professionali.  Il nostro obiettivo è quello di estendere  il progetto a tutte le carceri femminili e per riuscirci abbiamo bisogno della collaborazione convinta di aziende e realtà produttive che credono nella missione del progetto Sigillo. E proprio in quest'ottica è nata la collaborazione con Conad per la produzione di braccialetti e tovagliette, che ha visto impegnate molte delle donne detenute impiegate nei laboratori sartoriali presenti negli istituti di Milano,  Lecce, Trani, Vigevano, Santa Maria Capua Vetere, Genova e Torino".

"E' un grande piacere per noi collaborare con Conad in questa iniziativa", sottolinea la presidente di DiRe Titti Carrano. "Il marchio Conad rappresenta un legame concreto e quotidiano con un numero enorme di donne di ogni regione, età, livello culturale. E' proprio questo il pubblico che vogliamo raggiungere per informare tutte e tutti che la violenza maschile contro le donne è un fenomeno endemico, strutturale della nostra società. Dobbiamo sapere e far sapere che è possibile sottrarsi alla violenza e ricostruire la propria vita, come vediamo ogni giorno accadere nei centri antiviolenza. Per ottenere questo risultato è necessaria la collaborazione di tutti, delle istituzioni come delle grandi aziende. Ci rende poi doppiamente orgogliose partecipare a una iniziativa che coinvolge il carcere. Le donne in carcere hanno alle spalle una storia di dolore e fatica. Attraverso il lavoro, la cura delle proprie abilità, la socializzazione, molto si può fare per l'autostima e il futuro reinserimento di queste donne".

Un problema di forte impatto sociale, quello delle donne che subiscono violenza. La cronaca quotidiana e le indagini giornalistiche degli ultimi anni sono piene di donne uccise da mariti, fidanzati, compagni, amanti, ex. Il 2013 è stato un anno nero per i femminicidi, con 179 donne uccise, una vittima ogni due giorni. 

Rispetto alle 157 del 2012, le donne ammazzate sono aumentate del 14 per cento (fonte: 2° Rapporto sul femminicidio in Italia, Eures). Dati allarmanti, ancor più perché registrati soprattutto in seno alle famiglie e tra le mura domestiche.

Sul fronte carcerario, le donne detenute sono presenti in tanti dei 201 istituti penitenziari italiani, 5 dei quali, peraltro, interamente per donne. Rappresentano il 4,3 per cento (2.349) della popolazione carceraria complessiva di 53.889 detenuti (fonte: ministero della Giustizia).

Le donne tradiscono col vicino ma gli uomini preferiscono allontanarsi da casa. Lo dice un nuovo studio di Victoria Milan

 

  • Il 39% delle donne infedeli passerebbe una notte di sesso con il proprio vicino di casa, mentre il 44% degli uomini trova questa tendenza troppo rischiosa e preferisce tradire "lontano da casa"
  •  Nel caso in cui venissero a scoprire che il proprio vicino ha una relazione extraconiugale, sia gli uomini che le donne terrebbero la bocca chiusa senza svelare il fatto

27 febbraio 2015_Lo sbalorditivo risultato di un nuovo sondaggio lascia tutti a bocca aperta: le donne tendono (molto più rispetto agli uomini) a tradire col vicino di casa, a patto che si tratti di una sola notte.

Lo studio condotto da Victoria Milan, uno dei maggiori siti di incontri online per persone sposate e impegnate in cerca di scappatelle, ha per dire "sondato il terreno del vicinato" per scoprire gli altarini dei 4347 utenti di sesso maschile e femminile e per capire le relazioni che gli infedeli hanno coi vicini.

I risultati dimostrano che gli uomini sono più cauti quando si tratta di tradire il partner nelle prossimità di casa e, infatti, il 44% dice di evitare le scappatelle con le vicine.  Gli uomini non si curano degli altri e dei movimenti sospetti nel quartiere: il 75% di loro dice di non badare alle visite ricevute dai vicini, neanche se si tratta di estranei.

Per conquistare l'attenzione della vicina, l'uomo ha una strategia molto semplice: controllare le uscite e far sì che ci si incontri "per caso". Al contrario, le donne sono molto più selvagge e passano all'attacco lasciando le tende aperte mentre si cambiano.

L'amministratore e fondatore di Victoria Milan, Sigurd Vedal, commenta i risultati dicendo che senza ombra di dubbio le donne sanno cosa vogliono e fanno di tutto per raggiungere i propri obiettivi. Il risultato rivela anche l'esistenza di una certa solidarietà tra gli infedeli.

"Infatti, nessuno degli intervistati si permetterebbe di svelare il tradimento di qualcuno senza prima parlarne col diretto interessato. Un chiaro segno che nella comunità infedele esiste un patto tacito. La maggior parte degli infedeli però ha confessato che scoprire i piccoli vizi infedeli del proprio vicino, li farebbe sorridere un bel po' ", commenta Vedal.

Risultati del sondaggio (sono stati intervistati 4347 utenti di entrambi i sessi):
 
Se ti venisse offerta l'occasione di avere una relazione extraconiugale col tuo vicino, ne approfitteresti? Uomini Donne
a) No, sarebbe troppo rischioso tradire nei dintorni di casa 44% 32%
b) Lo farei perché il rischio di essere scoperto aumenta il desiderio 24% 21%
c) Solo se si trattasse di una relazione a lungo termine 11% 8%
d) Solo per una notte 21% 39%
Se vedessi movimenti sospetti di sconosciuti fare visita a un tuo vicino, cosa faresti? 
a) Niente, non sarebbero fatti miei 75% 43%
b) Farei delle domande direttamente al mio vicino 2% 6%
c) Mi improvviserei investigatore privato per scoprire di chi si tratta 23% 51%
Se scoprissi che il tuo vicino tradisce il partner, cosa faresti? 
a) Niente, ma sorriderei all'idea di condividere un piccolo segreto col mio vicino 72% 56%
b) Lo metterei alle strette minacciandolo di svelare il tutto 0 2%
c) Informerei il partner senza prima parlare con l'interessato 0 0
d) Mi farei raccontare tutti i dettagli e lo lascerei proseguire 28% 42%
 In che modo attireresti l'attenzione del vicino? 
a) Andrei a bussare con la scusa di aver finito lo zucchero 30% 13%
b) Monitorerei le sue uscite per incontrarlo "per caso" 33% 19%
c) Non tradirei mai col vicino, è troppo rischioso 19% 15%
d) Lascerei la finestra aperta per farmi vedere mentre mi cambio 18% 53%


Victoria Milan è uno dei maggiori social network al mondo dedicati a uomini e donne in cerca di un'avventura. 

Il servizio è stato lanciato nel 2010 da Sigurd Vedal, media executive felicemente sposato, ed è ormai diventato uno dei più frequentati e discreti siti di incontri extraconiugali al mondo. Victoria Milan ha ormai superato i 5 milioni di utenti in più di 33 Paesi.

DIRITTI CONTRO LA VIOLENZA Le leggi regionali sulla violenza contro le donne. Rom, 4 marzo


WeWorld
È lieta di annunciare la presentazione di

DIRITTI CONTRO LA VIOLENZA
Le leggi regionali sulla violenza contro le donne. Analisi comparata

Mercoledì 4 marzo ore 10.00 – 13.00
Hotel Nazionale – Sala Capranichetta , Piazza Montecitorio 131 Roma

Parteciperanno:

Giovanna Martelli – Consigliera del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di Pari Opportunità
Lorena Rambaudi – Presidente Commissione Politiche Sociali Conferenza delle Regioni e P.A.

Marco Chiesara – Presidente WeWorld Onlus
Maria Merelli – ricercatrice WeWorld Onlus

Valeria Fedeli – Vice Presidente Senato
Beatrice Lorenzin* – Ministro della Salute
Isabella Rauti – Consigliere del Ministro dell'Interno per le politiche di contrasto della violenza di Genere, sessuale e del femminicidio
Linda Laura Sabbadini – Direttore Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali ISTAT
Maria Mussi Bollini - Presidente del Comitato per le Pari Opportunità della Rai


Modera: Luisa Betti – Giornalista esperta diritti donne e minori

Dibattito - interventi programmati:
Titti Carrano - Presidente D.i. Re.
Alessia De Paulis - Delegata alle Pari Opportunità ANCI
Rossana Scaricabarozzi – Responsabile programma Women's Rights Action Aid
Vittoria Doretti  - Referente Scientifico Codice Rosa Regione Toscana

RSVP

WeWorld, Ong che si occupa in Italia e nel Sud del Mondo di garantire i diritti dei bambini e delle donne più vulnerabili, mercoledì 4 marzo 2015 presso Hotel Nazionale – Sala Capranichetta , Piazza Montecitorio 131 Roma presenterà la nuova Indagine sulle leggi regionali contro la violenza sulle donne: "Diritti contro la violenza. Le leggi regionali sulla violenza contro le donne. Analisi comparata".

L'accesso alla sala è consentito solo previa registrazione entro le h 13.00 del 3 marzo 2015 all'indirizzo e-mail sopra indicato
e fino al raggiungimento della capienza massima

*in attesa di conferma

giovedì 26 febbraio 2015

Nuovi mestieri "rosa": il 4 marzo a Roma le Donne in Campo della Cia lanciano l'AgriCatering

Scoprire e rilanciare le antiche ricette dei territori rurali italiani con prodotti di stagione appena raccolti, valorizzare il protagonismo delle donne dell'agricoltura depositarie dei saperi contadini, creare un rapporto diretto tra produttore e consumatore anche a tavola, offrire nuove opportunità di reddito alle aziende "rosa", contribuire alla difesa dell'ambiente accorciando la filiera: questi gli obiettivi del progetto "AgriCatering" di Donne in Campo-Cia, un'operazione che proiettata su scala nazionale rivela un potenziale da 150 milioni di euro l'anno.

 

L'AgriCatering verrà presentato ufficialmente il 4 marzo a Roma, alle ore 11:30, presso la sede della Confederazione italiana agricoltori in via Mariano Fortuny 20.

 

A illustrare la nuova attività delle imprenditrici della Cia, che offrono un'alternativa ai buffet "convenzionali" portando a feste e ricevimenti l'agricoltura tipica e la cucina tradizionale, saranno tra gli altri la presidente nazionale di Donne in Campo Mara Longhin e il presidente nazionale della Cia Dino Scanavino.


Nuovo sito per Enersis.it – Software House Billing Energia





Il nuovo sito dell’azienda Enersis srl realizzato da Websis, è online!
Un sito di nuova generazione, innovativo, di facile consultazione e perfettamente visibile da mobile.

Molte le sezioni che descrivono l’azienda Enersis srl, cominciando proprio dal “chi siamo” (company profile e mission), passando ai “prodotti” (tra i quali Energest e Monitora), la sezione “blog & news”, con contenuti sempre aggiornati, la sezione “casi di successo e partner”, la sezione “lavora con noi” ed infine, la sezione dedicata ai contatti.



Ma chi è Enersis? Conosciamo brevemente l'azienda, insieme.
Enersis srl è una software house che cura principalmente billing energia elettrica e gas per le aziende (rivendite) operanti nel mercato libero, attraverso la piattaforma Energest.
Enersis, Nuovi bisogni creano nuove opportunità”, il nuovo slogan adottato da Enersis, tutto il resto, scopritelo all'intero del sito www.enersis.it – Buona navigazione e buona scoperta!
Enersis srl è su Facebook e Twitter.

MixStaff

mercoledì 25 febbraio 2015

Aspria Harbour Club, una giornata di coccole al femminile per festeggiare la Festa della Donna: il Club celebra il benessere e l’amicizia con il trattamento Raxul

È vero, siamo donne e oltre alle gambe c'è di più, ma ogni tanto vanno coccolate anche loro, anzi, tutto il nostro corpo. 

E perché non farlo proprio durante la festa a noi dedicata?
 

L'8 marzo Aspria Harbour Club propone il trattamento Raxul in un pacchetto speciale, una pausa dalla routine quotidiana, per riscoprire e celebrare il piacere di due aspetti fondamentali della vita: il benessere e l'amicizia.

Solo in quest'occasione sarà possibile acquistare questa esclusiva promozione, della durata di 50 minuti, al prezzo di 100€. Un momento di relax da condividere con la migliore amica, la mamma o la figlia, l'importante è avere vicino qualcuno che ci faccia stare bene, per una giornata all'insegna della spensieratezza.

Un'esperienza di benessere apprezzata fin dai tempi antichi: bagno di tepore, bagno di vapore e bagno romano in un unico elegante ambiente, tre momenti di benessere che culminano, a seconda dei gusti, in un impacco di fango o uno scrub per un ringiovanimento completo di viso, corpo e anima, in totale relax.
Fresche rugiade e piacevoli immissioni di soluzione salina fanno di questo trattamento un appuntamento strepitoso ma, a renderlo davvero indimenticabile, saranno le esperte mani degli specialisti di bellezza che regalano una coccola finale con un massaggio rilassante e idratante.

Il trattamento Raxul lascerà alle ospiti una sensazione di rinnovato vigore e un ricordo prezioso per una Festa della Donna celebrata in pace e tranquillità, con la promessa di non aspettare un altro anno per ritrovare il benessere offerto dall'Oasi Spa di Aspria Harbour Club.

La Spa del Club, una delle più prestigiose in Europa, offre qualità e servizi a livelli impareggiabili: 6 cabine per una vasta gamma di trattamenti con prodotti di lusso utilizzati dai miglior esperti terapisti di Milano, la tradizionale sauna finlandese e la bio sauna, entrambe con vista sul meraviglioso giardino e sulle piscine, 2 bagni di vapore, di cui uno tradizionale e l'altro aromatico, area fredda con fontana di ghiaccio e docce sensoriali, oltre a diverse aree relax per distendere mente e corpo allontanandosi dal caos metropolitano, senza dover metter piede fuori dalla città.

Profilo di ASPRIA Harbour Club

Nel 2009 l'Harbour Club è entrato a far parte dell'Aspria Collection che, con i suoi club, Spa e hotel, è oggi al servizio di oltre 35.000 soci, esclusi i visitatori giornalieri e gli ospiti pernottanti. Aspria vanta numerosi riconoscimenti in qualità di operatore dei club sportivi privati e per famiglie più esclusivi d'Europa, nonché di centri Spa e hotel in Belgio e Germania. Aspria Milano è stato nominato Club n°1 in Europa per l'anno 2011 dall'Associazione Europea dei consumatori, seguendo le orme di Aspria Avenue Louise premiato con lo stesso riconoscimento l'anno precedente. Aspria è un gruppo prestigioso e pluripremiato che riunisce i migliori club privati di sport, di benessere e per la famiglia, hotel e centri Spa in tutta Europa. L'ampia "collezione" si estende tra Bruxelles, Berlino, Amburgo e Hannover fino, appunto, a Milano; è caratterizzata da un'offerta di grande qualità, con servizi personalizzati per rispondere alle esigenze di ciascun socio. Tra il 2001 e il 2012 Aspria è cresciuta passando da un club (l'apertura del club Aspria di Bruxelles risale a giugno 2001) a otto (Aspria Uhlenhorst ad Amburgo è stato inaugurato a Marzo 2012), incorporando, inoltre, l'offerta alberghiera ad Amburgo,  Hannover, Berlino e ad Aspria Royal La Rasante a Bruxelles. Fondata da Peter Beckwith e Brian Morris nel marzo 2000, è attualmente proprietà di quattro azionisti: Apollo (New York), Peter Beckwith, Brian Morris e i soci del Senior Management Team. Tutti gli azionisti vantano un'approfondita conoscenza del mercato immobiliare in Europa.


Per informazioni e prenotazioni
ASPRIA Harbour Club Milano
Via Cascina Bellaria, 19
20153 Milano
Tel 02.45.28.61

Altromercato lancia collezione primavera/estate della moda etica Auteurs du Monde

AUTEURS DU MONDE: LA NUOVA COLLEZIONE PRIMAVERA/ESTATE 2015 DELLA MODA ETICA DI ALTROMERCATO



Colori vivaci e solari, tessuti naturali e stampe vegetali 
per capi, accessori e bijoux realizzati artigianalmente
da produttori di tutto mondo
all'insegna dell'etica e della sostenibilità.

Al via la collaborazione con la cooperativa sociale italiana QUID
per un "Solidale Italiano Altromercato" anche nella moda.


Verona, 25 febbraio 2015 – Equilibrio fisico e mentale e contatto con la natura sono i temi di ispirazione della nuova collezione Primavera/Estate 2015 di Auteurs du Monde, il progetto di moda etica di Altromercato, la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale in Italia (www.auteursdumonde.it - www.altromercato.it).

Colori vivaci e solari, forme morbide, impronte di vegetazione e frutta su tessuti di origine naturale, come il cotone organico o il cotone lavorato a mano, ricami, intrecci, trame di maglia che testimoniano il tocco di centinaia di artigiani in molti paesi del mondo (India, Bangladesh, Kenya, Filippine, Mauritius, Vietnam, Thailandia, Etiopia, Egitto, Nepal, Indonesia, Cile, Perù, Ecuador): sono questi gli elementi che caratterizzano le proposte uniche e preziose per arricchire il guardaroba primaverile ed estivo con i capi e gli accessori disegnati dalla stilista Marina Spadafora per Altromercato.

Grande novità della collezione sono le stampe: abiti e top sono realizzati con stampe all-over di piccoli kiwi, melograni stilizzati e banane in miniatura, impressi su tessuti leggerissimi di cotone indiano, mentre stampe floreali e paisley si alternano alle righe nelle maglie e nei pantaloni in jersey di cotone organico.

Per la prima volta, accanto ai prodotti provenienti dal Sud del Mondo, la collezione Auteurs du Monde presenta capi realizzati da una realtà del nostro Paese, la cooperativa sociale QUID. Nata dall'entusiasmo e dalla passione di un gruppo di giovani italiani, si pone l'obiettivo di recuperare tessuti di fine serie e di creare opportunità di lavoro per donne con un passato di fragilità. È questo un primo esperimento nel campo della moda del modello di Solidale Italiano Altromercato, che intende valorizzare progetti di economia sociale sorti in Italia secondo i criteri del Commercio Equo e Solidale. Dalla collaborazione con QUID sono nate così, solo per citare alcuni esempi, originali T-shirts di cotone organico con inserti di sari indiani, in una armonica e simbolica fusione tra Nord e Sud del Mondo.


GLI ACCESSORI
I colori vivaci e solari e le impronte vegetali si ritrovano anche nella collezione di accessori, che offre un'ampia proposta totalmente nuova di borse, pochette, beauty e portafogli in cotone con simpatiche stampe fruttate con kiwi, banane e melograno.

Importante novità nella proposta di pelletteria: borse, pochette e accessori vari in pelle scamosciata. I colori sono pastello e l'effetto finale è di leggerezza e femminilità per tutte le età. Non manca poi una ricca proposta di borse, cinture e portafogli in nappa anche multicolore dai toni più accesi, che combinano funzionalità e originalità.

Fili multicolore di seta recuperata da scarti di produzione, tessuta a telaio, impreziosiscono una stola, una shopper e una pochette con toni pastello dalle sfumature cangianti.

Per l'estate non possono mancare infine borse e pochette in divertente fibra intrecciata e colorata.

E ad accompagnare tutto: sciarpine e stole tessute a telaio, tinte naturalmente o stampate, quadrettate, rigate o in tinta unita, tutte in fibre preziose naturali, dalla lana per i primi mesi primaverili ancora freddi, passando per la seta e il cotone sino al fresco lino.


I BIJOUX
La collezione primavera estate 2015 è un'esaltazione della natura vista attraverso gli occhi della designer Valentina Follo.

I semi della tagua vengono lavorati a mano per creare collane, bracciali e anelli, i piccoli semi di Acai sono intrecciati per formare voluminosi collier.

Forme organiche irregolari caratterizzano le collane in osso, i girocollo in madreperla, le perle in terracotta e ceramica. Mentre dettagli grafici esaltano una natura stilizzata nei prodotti in legno sostenibile, in carta artigianale o in corno colorato.

I metalli sono lavorati artigianalmente e mettono in risalto superfici ossidate e texturizzate o smalti dai colori accesi.

Dentro un bijoux  Auteurs du Monde, vi è anche tutta l'attenzione all'ambiente e alla salute che Altromercato pone sempre nello sviluppo dei prodotti: i metalli sono testati per assicurare che l'eventuale presenza di nichel, cadmio e piombo non sia nociva e che la normativa europea sulla sicurezza dei colori e dei metalli sia stata rispettata.

Auteurs du Monde: per una moda all'insegna dello stile e della sostenibilità e nel pieno rispetto dei principi del Commercio Equo e Solidale.

La collezione Primavera/Estate 2015 Auteurs du Monde - consultabile sul sito www.auteursdumonde.it - è disponibile nei negozi Auteurs du Monde, nelle Botteghe Altromercato e nella Bottega Online Altromercato (bottega.altromercato.it).

AUTEURS DU MONDE. LA MODA ETICA, LO STILE ITALIANO.
Auteurs du Monde è il progetto dedicato alla moda etica di Altromercato, la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale in Italia.  Nato nel 2011, Auteurs du Monde coinvolge oltre 30 comunità di artigiani - prive di un accesso al mercato tradizionale o soggette a sfruttamento commerciale - in Asia, America Latina e Africa. Sostiene i produttori del settore tessile e artigianale attraverso l'importazione di prodotti a prezzi equi che riconoscono, quindi, i costi reali della lavorazione (il più possibile operata in loco) e garantiscono una retribuzione adeguata del lavoro, la formazione tecnica degli artigiani, il supporto finanziario (Auteurs du Monde paga in anticipo il 50% del valore dell'ordine ed il restante 50% all'arrivo della merce) e relazioni di lunga durata. Non ultimo, affianca le comunità di artigiani in progetti di autosviluppo sociale e ambientale.

Le collezioni Auteurs du Monde si compongono di articoli di abbigliamento, accessori persona e bigiotteria prevalentemente realizzati in materiali naturali come il cotone, la seta, l'alpaca e con una lavorazione artigianale che preserva, reinterpreta e valorizza le tradizioni del luogo di produzione.

Grazie all'impegno di negozi senza scopo di lucro, diffusi su tutto il territorio italiano, impegnati nella promozione di una moda più giusta e nella sensibilizzazione dell'opinione pubblica sui temi del mercato tessile, le collezioni Auteurs du Monde stanno riscuotendo un sempre maggiore apprezzamento.

Per ulteriori informazioni: www.auteursdumonde.it

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI